Consiglieri in Romagna: imperversano i 50enni

Consiglieri in Romagna: imperversano i 50enni

Consiglieri in Romagna: imperversano i 50enni

L'esperienza pare essere il requisito principale per sedere nelle poltrone di Provincie e Comuni romagnoli: l'età media è di circa 50 anni e non si discosta da quella di tutta la Regione. In Emilia-Romagna l'età media dei componenti dei consigli provinciali è di 52,4 anni, per quelli comunali di 49,8. Ed è proprio piazza Morgagni a Forlì ad attestarsi seconda nella classifica dei consiglieri provinciali più attempati. Penultima Rimini ed ultima Ravenna.

L'età media dei consiglieri provinciali di Forlì-Cesena, con 54,6 anni, si piazza solo dopo quella dei piacentini, ferma a 55,8. Per Rimini, al pari di Reggio Emilia, i politici che siedono sugli scranni della Provincia hanno, in media, 50,9 anni. A Ravenna i consiglieri provinciali  sono i più giovani della regione, anche se la differenza è minima, con 50,1 anni.

Per i Comuni romagnoli le medie sono leggermente più basse, anche se non distanti dal mezzo secolo: i consiglieri comunali riminesi, quarti nella classifica regionale, hanno un'età media di 49,8 anni, quelli forlivesi di 48,2 anni, i ravennati hanno, in media, 48 anni, i cesenati di  sono fermi a 47,8. La media regionale è di 49,8 anni e le romagnole si piazzano quasi tutte al di sotto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Effe
    Effe

    In parte Davide è vero. In effetti la generazione 35-45 è ancora in giro a fare aperativi, e sono quelli che meno incideranno in tutti i campi della società. D'altra parte sono anche quelli che hanno subito di più gli effetti della "prolungata voglia di potere" della generazione precedente, forse il peggio che potevamo provare.

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    bè di giovani validi ce ne sono..io voterò Vanetti della Lega Nord che è giovane e ci mette passione in quello che fa.

  • Avatar anonimo di Davide1
    Davide1

    Credo che cmq la responsabilità sia anche dei giovani sempre molto lontani dalla politica e dall'impegno civile. Se ci fosse più "pressione" dei giovani sono convinto che molti sarebbero costretti a lasciare la poltrona. Ma così non è...

  • Avatar anonimo di sefossi
    sefossi

    Nel 2009 speriamo migliori la statistica, intanto la Masini non dovrebbe piu incidere sui numeri, speriamo che non incidano piu neppure Lombardi ed i vari Masina Boys che compongono la sua giunta.

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    Ma cosa c'è da meravigliarsi!! Chi è riuscito a "sedersi" una volta, senz'altro vi ha messo un po' di colla e con la scusa di non potersi staccare senza rompere le indumenta, se ne sta tranquillo tanto gli elettori trovano sulla scheda sempre gli stessi nominativi e di conseguenza vengono elette quasi sempre le medesime persone (se nel frattempo non sono decedute) cui cresce anche l'età. A tal proposito,"Il Resto del Carlino" di oggi 9 gennaio, elenca queste persone con chiarezza. Comunque la colpa è anche delle masse giovanili che anzichè cambiare, chiedono per chi votare ai genitori e di conseguenza....... Saluti.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -