Consorzio Bonifica Romagna Occidentale, Alberto Asioli riconfermato presidente

Consorzio Bonifica Romagna Occidentale, Alberto Asioli riconfermato presidente

In seguito alle elezioni consorziali per il rinnovo degli organi amministrativi svoltesi nel dicembre 2010, nei giorni scorsi si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale.

Dei 27 nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione 24 sono gli eletti, di cui uno in rappresentanza dei consorziati proprietari di immobili ricadenti nella regione Toscana. Questi i candidati eletti: Gianluca Amadei, Alberto Asioli, Stefano Babini, Roberto Bassi, Bruno Bertuzzi, Eugenio Brunelli, Graziano Caroli, Ivo Dalle Fabbriche, Francesco Farolfi, Lorenzo Furini, Marco Lanzoni, Roberto Massari, Giancarlo Melandri, Paolo Pasquali, Marco Passardi, Massimiliano Pederzoli, Luciano Pula, Raimondo Ricci Bitti, Fabio Ricci Maccarini, Bruno Scalini, Marco Scheda, Sante Seganti, Dante Uttini e Vittorio Valmori.

 

A essi si aggiungono i tre membri nominati dalla Regione Emilia-Romagna, scelti tra i sindaci, o assessori delegati, dei 35 Comuni del comprensorio consortile: il vicesindaco di Lugo Fausto Cavina, l'assessore del Comune di Imola Raffaella Salieri e l'assessore del Comune di Brisighella Franco Spada.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione - che resterà in carica per cinque anni, fino al 2015 - ha proceduto nella sua prima riunione a eleggere il presidente, Alberto Asioli, i vicepresidenti Raimondo Ricci Bitti (vicario) e Luciano Pula e i restanti membri del Comitato Amministrativo, Marco Passardi e Massimiliano Pederzoli.

Nato nel 1962 a Massa Lombarda, Alberto Asioli, imprenditore agricolo, è stato dal 1999 al 2005 presidente della federazione provinciale di Ravenna della Cia (Confederazione italiana agricoltori) e, prima dell'attuale rielezione, presidente del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale dal 2006 al 2010.

 

«Ringrazio per la fiducia accordatami, - ha sottolineato Alberto Asioli, - ed esprimo grande soddisfazione per essere stato riconfermato alla presidenza dell'ente da un Consiglio di Amministrazione che rappresenta ottimamente le varie categorie dei consorziati, in specie le forze produttive del nostro territorio, agricole, commerciali, industriali e artigianali.

 

L'attività del Consorzio - ha proseguito il presidente - è fondamentale per assicurare condizioni di produttività, equilibrato sviluppo e sicurezza idraulica del territorio. Essa viene svolta in un comprensorio di 200mila ettari tra il Reno, il Sillaro, il Lamone e il crinale appenninico. A trarne beneficio non sono soltanto le aree agricole - come alcuni potrebbero pensare - ma in massima parte gli insediamenti urbani e i distretti produttivi, su cui si concentreranno sempre più gli sforzi operativi dell'ente. Nel corso degli anni il Consorzio ha avviato numerosi rapporti di collaborazione con le istituzioni locali, che nel corso del mio mandato mi propongo di rinsaldare e sviluppare ulteriormente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiedo a tutti i consiglieri - ha dichiarato poi Asioli - un rinnovato contributo di proposte per il continuo miglioramento organizzativo dell'ente, anche se con l'esperienza maturata nel precedente quinquennio ho avuto modo di testare la professionalità dello staff tecnico e amministrativo del Consorzio, che è decisamente all'altezza delle sfide che si dovranno affrontare.»

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -