Coriano, tre giorni dedicata al cinema documentario

Coriano, tre giorni dedicata al cinema documentario

Coriano, tre giorni dedicata al cinema documentario

CORIANO - Nell'ambito del festival Onde Corte parte la tre giorni dedicata al cinema documentario, con quattro proiezioni alla presenza degli autori e un convegno nazionale. Appuntamenti che vengono ospitati negli spazi di Corte, Coriano Teatro, nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato prossimi, dal 12 al 14 maggio. Sono quattro i documentari che verranno proiettati giovedì e venerdì nel corso di Onde Corte (con ingresso libero).

 

Questa la programmazione: domani, giovedì 12 maggio, ore 18, Left by the ship di Emma Rossi Landi e Alberto Vendemmiati; sempre il 12 maggio, ma alle ore 21, proiezione di Bakroman di Gianluca De Serio e Massimiliano De Serio.

 

Ultimi due documentari nella giornata di venerdì 13 maggio: alle ore 18 This is my land... Hebron di Giulia Amati e Stephen Natanson, e alle 21 E' stato morto un ragazzo di Filippo Vendemmiati.

Tutte le proiezioni, con ingresso libero, saranno seguite dall'incontro con gli autori.

 

Il convegno nazionale sul cinema documentario, organizzato da Cinema Doc, è fissato nella giornata di sabato 14 maggio, nella sala Isotta del teatro. Il convegno, eloquentemente titolato Ghost-Doc, farà il punto sulla distribuzione del documentario in Italia. Il regista e docente Iuav Marco Bertozzi modererà gli interventi di Francesco Cavalli, direttore Premio Ilaria Alpi, Riccardo Neri (Lupin Film), Alessandro Rossi (Doc.It), del regista Mario Balsamo (Documentari 100 Autori), Lorenzo Hendel di Doc 3 Rai, Greta Barbolini (Ucca- Unione Circoli Cinematografici Arci) e del regista Raffaele Brunetti (produttore B&B Film, membro EDN - European Documentary Network).  

 

Spiegano da Cinema Doc presentando il convegno: "La crescente attenzione sul mondo del film documentario invita all'analisi e alla riflessione sulla distribuzione delle opere documentarie. A fronte di una proliferazione di spazi dedicati a questo genere filmico, si riscontrano ancora notevoli difficoltà distributive. La valutazione dello stato dei circuiti di diffusione si propone di far emergere le proposte in ambito pubblico e privato tese a stimolare nuovi processi per la circuitazione del ‘cinema del reale', ed è volta a favorire un superamento di limiti ed ostacoli dettati da un mercato distributivo raramente disposto a considerare il film documentario un'opzione ordinaria, regolare e accessibile".

"Partendo da testimonianze ed esperienze concrete - continuano gli organizzatori di Cinema Doc -, vi è quindi l'intento di individuare le tendenze e le varie declinazioni che il mercato del film documentario assume, anche in relazione al panorama internazionale. Da differenti prospettive,  verranno tematizzate tre direttrici principali: la distribuzione in sala, la distribuzione digitale e la distribuzione televisiva".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Onde CORTE - giornate della cultura indipendente, si ripropone anche per il 2011 come una vetrina per le iniziative artistiche e culturali di diversi ambiti, spaziando tra teatro, musica, danza, cinema e informazione. Un filo rosso continua a legare le proposte di Onde Corte: l'indipendenza delle produzioni e delle esperienze proposte in cartellone. Anche per questa sua seconda edizione, il festival ha voluto infatti orientarsi su iniziative estranee ai grossi circuiti cinematografici, discografici o editoriali. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -