Corniolo, imperversa il maltempo ma la frana resiste

Corniolo, imperversa il maltempo ma la frana resiste

Corniolo, imperversa il maltempo ma la frana resiste

Il problema è sempre lo stesso, mancano le risorse dal Governo. Ma fortunatamente, nonostante le precipitazioni assidue delle ultime settimane, la frana di Corniolo è ferma, "monitorata dai tecnici del Servizio tecnico di bacino, in attesa di installare gli 'inclinometri' - spiega il vicepresidente della Provincia di Forlì-Cesena, Guglielmo Russo - sensori in grado di monitorarla 24 ore su 24. Per trovare le risorse ci stiamo muovendo con grande celerità, insieme con L'Agenzia regionale per la Protezione Civile".

 

Insomma se i soldi non arrivano dal Governo si cercano nelle proprie tasche. Per ora la situazione è stabile: "L'equilibrio è discreto - conferma Fausto Pardolesi, del Servizio tecnico di bacino - nonostante le precipitazioni. Stiamo elaborando il progetto di messa in sicurezza della frana, che, una volta pronto, richiederà grandi finanziamenti". L'esecuzione sarebbe prevista per il 2011, ma legata a fondi nazionali.

 

Per ora si procede un passo alla volta, con i 250 mila euro (110mila da Romagna Acque e 140mila dall'Agenzia regionale), si continua il lavoro di messa in sicurezza del piede della frana. Chiaramente in questi giorni il cantiere è fermo, causa maltempo.

 

"Per il ripristino totale della strada, inaugurata il 24 giugno scorso, sono stati utilizzati 780mila euro. Dei 220 mila avanzati dal milione donato da Romagna Acque - spiega Russo - ne abbiamo tenuti da parte 110mila per interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria in vista dell'inverno. Dei 550 mila euro arrivati dalla Regione non resta nulla, perchè sono stati utilizzati per i primi interventi di urgenza, fino ad esaurimento".

 

Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -