Corruzione, arrestato il sindaco di Pescara e segretario regionale del Pd

Corruzione, arrestato il sindaco di Pescara e segretario regionale del Pd

Clamoroso colpo di scena in Abruzzo, dove nel giorno in cui viene incoronato il nuovo presidente della Regione, Gianni Chiodi, finisce in manette il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, che è anche responsabile regionale del Partito democratico. Arrestati l'imprenditore Massimo De Cesaris e l'ex dirigente al patrimonio del comune di Pescara, Guido Dezio. L'inchiesta vede complessivamente 40 indagati tra cui il patron di Air One, Carlo Toto e il figlio Alfonso. 

 

Le indagini avrebbero fatto emergere tangenti e favori: nel dettaglio i Toto avrebbero assicurato per tre anni al sindaco di Pescara un'auto con autista per tre anni. Gli inquirenti avrebbero anche individuato scambi di denaro, voli gratis sugli aerei Air One, pranzi e cene per un controvalore di 11mila euro.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei confronti del sindaco di Pescara pendono 30 capi d'imputazione, che includono anche accuse di corruzione in rapporti con imprenditori per lavori pubblici e accordi programma. Insomma, dall'Abruzzo un vero e proprio terremoto per il Partito democratico. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -