Corruzione, Paolo Maldini rinviato a giudizio

Corruzione, Paolo Maldini rinviato a giudizio

Corruzione, Paolo Maldini rinviato a giudizio

MILANO - L'ex capitano del Milan, Paolo Maldini, è stato rinviato a giudizio con le accuse di corruzione e accesso abusivo a sistema informatico. Secondo l'accusa il pluricampione rossonero avrebbe dato soldi a un funzionario dell'Agenzia delle Entrate per aggirare i controlli fiscali, affidandosi a lui anche per una verifica illecita relativa ad un'operazione immobiliare che voleva portare a termine in Toscana. Archiviato invece il fascicolo sulla moglie del giocatore.

 

Il processo per Maldini si aprirà il prossimo 21 giugno. Complessivamente gli imputati erano 39, tra dipendenti dell'Agenzia delle entrate e commercialisti. Alcuni Alcuni imputati hanno scelto il patteggiamento, altri il rito abbreviato definito davanti al giudice, altri quello ordinario, proprio come l'ex terzino rossonero.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -