Costa Concordia, corsa contro il tempo per scongiurare disastro ambientale

E corsa contro il tempo per scongiurare un disastro ambientale all’isola del Giglio. Le operazioni per recuperare il combustibile, circa duemila e 380 tonnellate, presente all’interno della Costa Concordia inizieranno mercoledì

La Costa Concordia naufragata (© TM News Infophoto)

E corsa contro il tempo per scongiurare un disastro ambientale all’isola del Giglio. Le operazioni per recuperare il combustibile, circa duemila e 380 tonnellate, presente all’interno della Costa Concordia inizieranno mercoledì. A sollecitare un'azione di rapidità adeguata alla gravità della minaccia è stato il ministro dell'ambiente Corrado Clini, il quale ha anche ribadito che “lo svuotamento non può essere fatto finché non terminano le operazioni di soccorso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le operazioni di svuotamento, ha aggiunto Clini, " potrebbero provocare "uno sbilanciamento della nave". La Guardia costiera ha intanto reso noto che le chiazze segnalate vicino alla Concordia sono “sostanze leggere ed evaporabili”, e che è stata attivata "una procedura standard" per intervenire nel caso di una reale fuoriuscita di combustibile. Da lunedì è stata installata una sorta di barriera di "panne assorbenti", che circonda la parte emersa del serbatoio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -