Costretta a partorire a Cesena perchè a Forlì mancano i ginecologi

Costretta a partorire a Cesena perchè a Forlì mancano i ginecologi

Costretta a partorire a Cesena perchè a Forlì mancano i ginecologi

FORLI' - Non ha potuto dare alla luce la figlia nella sua città. Due neo-genitori raccontano di essere stati 'spediti' al Bufalini di Cesena, dopo che, a tre giorni della scadenza del termine della gravidanza, si sono presentati al Morgagni-Pierantoni di Forlì. Era un sabato. La gestante è stata ricoverata nel reparto forlivese di ostetricia e ginecologia, per poi essere trasferita, la domenica, mattina a Cesena. Causa:carenza di personale. Un solo ginecologo era presente in reparto.

 

Questa è la testimonianza rilasciata al Resto del Carlino da una coppia di genitori che avrebbero voluto che la loro bimba nascesse nella loro città, Forlì. "Tre gestanti sono state trasferite a Cesena", dopo che l'unico ginecologo in servizio, che copriva un turno di 24 ore, dalle 8 della domenica alle 8 del lunedì, le aveva informate che, non potendo garantire la sicurezza necessaria, veniva chiesto, con l'autorizzazione del primario, il trasferimento al Bufalini.

 

Per restare al Morgagni-Pierantoni la coppia avrebbe dovuto firmare una liberatoria, assumendosi la responsabilità di voler restare a alle condizioni riportate. Alla fine tutto è andato liscio e la piccola è venuta alla luce senza alcun disguido a Cesena. Ma resta l'amarezza dei genitori che chiedono spiegazioni.

 

Sulla vicenda arriva anche una nota dell'Ausl: "In merito al caso descritto , ci scusiamo per il disagio arrecato alla signora e alla sua famiglia, che aveva scelto di partorire nel suo ospedale e nella sua città. Nel caso specifico, verificatosi non il 13 luglio scorso, martedì, ma fra il sabato 11 e la domenica 12 dello stesso mese, si è verificato un sovraccarico di accessi e contemporaneamente una malattia improvvisa del medico reperibile, che viene chiamato in servizio quando si verifica una situazione di bisogno, ed è pertanto stato necessario che lo stesso direttore dell'Unità Operativa garantisse la propria presenza per il normale svolgimento delle attività".

 

E ancora: "Nonostante la soluzione messa in campo è stato comunque necessario, a massima tutela della gestante, il trasferimento della signora Alessia a Cesena. Rispetto alle affermazioni pubblicate sulla carenza di medici nell'Unità Operativa di Ostetricia-Ginecologia, la difficoltà a reperire personale, segnalata nei mesi scorsi, è stata risolta con l'arrivo di un medico da fine maggio, uno da fine luglio e un altro dalla metà di agosto: verrà così ripristinato l'organico "storico" dell'Unità Operativa, il cui piano di lavoro era comunque stato rimodulato in base alle ferie estive in modo da garantire le presenze a copertura del percorso nascita".

 

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Cassandra
    Cassandra

    Visto l'andazzo perchè non chiudere ginecologia a Foprlì e trasferire tutto a cesena, visto che lì funziona....

  • Avatar anonimo di lolle
    lolle

    Sono d'accordo con franchina

  • Avatar anonimo di franchina
    franchina

    dopo anni di mangia-mangia, mangia tu che mangio anch'io, tutt'a un tratto si vuole risparmiare sulla salute del cittadino. ci sono medici che fanno turni disumani, non solo in ostetricia. poi ci meravigliamo se succede la disgrazia: con un turno di 24 ore in ostetricia, dove il riposo è impossibile!! io sono stata operata la vigilia di natale in traumatologia a forlì. è andato tutto benissimo, il personale è stato fantastico....io non mi lamento di certo, ma il medico che mi ha operato ha fatto un turno di 12 ore la vigilia per poi rientrare per sostituire un altro il giorno di natale. e non credo che la fatica e il rischio siano ricompensati dallo stipendio, come dice qualcuno. i lavoratori di oggi non possono rimediare ai mille errori di ieri. indaghiamo sugli ultimi 20 anni....operai con ville di lusso, nulla-tenenti con ferrari, medici di corsia con megaville in ogni dove......e chi non ha un amico in poitica? ah, no, lui deve lavorare e "stranamente" pagare anche le tasse. scusate lo sfogo.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -