Costretta ad atti sessuali dal 'branco', picchiata dalle fidanzatine

Costretta ad atti sessuali dal 'branco', picchiata dalle fidanzatine

Non bastava la violenza sessuale subita dal “branco” di adolescenti. La 15enne vittima degli abusi è stata presa a schiaffi sotto casa da cinque coetanee per punirla degli atti sessuali compiuti con i rispettivi fidanzatini. Questo episodio, ripreso da uno dei ragazzi con il videofonino, ha spinto la ragazzina a confidarsi con i genitori dopo essersi tenuto per se la violenza subita la scorsa estate. Gli agenti della Squadra Mobile hanno ascoltato una ventina di giovani.


Tra le persone ascoltate come persone informate dei fatti c’era anche una delle ragazze che ha preso a schiaffi la 15enne, assistita dall’avvocato Piergiorgio Tiraferri. L’episodio di violenza è stato denunciato dai genitori della vittima l’8 ottobre scorso. Quindi è scattata l’inchiesta che ha portato all’identificazione di dieci minorenni, all’epoca dei fatti tra 13 e 17 anni. Alcuni di questi sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. Tutti “bravi ragazzi” riminesi e di buona famiglia che hanno abusato della sensibilità della loro amica.


La ragazzina ha confermato tutte le accuse. Quella maledetta sera di luglio si trovava in compagnia di amici per trascorrere una serata in allegria in una piazzetta non lontana da casa. Ad un certo punto si è appartata con il fidanzatino per scambiare tenere effusioni.


Poco dopo si sono avvicinati un paio di amici. Dall’allegria della passione si è passato al dramma della violenza. Qui la ragazzina sarebbe stata costretta con la forza a fare sesso orale ad ognuno del “branco”. Solo le lacrime della vittima hanno spinto il fidanzatino a porre fine all’abuso.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -