Cotignola, la Festa della Segavecchia spegne 560 candeline

Cotignola, la Festa della Segavecchia spegne 560 candeline

Cotignola, la Festa della Segavecchia spegne 560 candeline

COTIGNOLA - Spegne 560 candeline la Festa della Segavecchia, in programma dal 31 marzo al 3 aprile a Cotignola. La manifestazione più antica della cittadina bassoromagnola si ripete dal lontano 1451, ponendosi ogni anno metà strada fra il primo giorno di Quaresima e la Pasqua Cristiana, per ricordare il momento del processo alla strega di Cotignola, colpevole di aver maledetto Francesco Sforza, duca di Milano e signore di Cotignola, e per questo condannata ad essere decapitata ed arsa sul rogo.

 

Il cartellone proposto dalla Pro Loco, associazione fresca di nuovo direttivo, è ricchissimo e spazia dalla rievocazione storica al folklore romagnolo, in una quattro giorni di arte, musica, cultura e gastronomia. A fare da corollario agli spettacoli veri e propri che prenderanno spazio in piazza Vittorio Emanuele II, numerosi eventi e mostre che animeranno Cotignola. Anche quest'anno largo spazio all'arte con tre esposizioni (inaugurate sabato 19 marzo) allestite nei luoghi più significativi di Cotignola. Palazzo Tarlazzi ospita la mostra antologica e retrospettiva di Aurelio Randi, mentre a Palazzo Sforza è allestita "CotignolArte- Vent'anni di estemporanea".

 

La mostra sull'artigianato cotignolese "Fatto a mano", infine, è visitabile alla Chiesa del Suffragio. Largo spazio, inoltre, alle specialità locali che potranno essere gustate ogni sera di festa, a partire dalle ore 19, allo stand gastronomico "La Cà di Mèt". Anticipa i festeggiamenti della Segavecchia l'appuntamento "Risorgimento nel cinema" in programma al Teatro Binario sabato 29 marzo, alle 21: una lezione del prof. Giorgio Sangiorgi su come il cinema ha rappresentato la Storia. Giovedì 31 marzo si apre il sipario della festa più antica di Cotignola con la tradizionale sfilata in costumi medievali con i rioni cotignolesi e il "Sabba delle streghe". 

 

Il venerdì serata dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia: dopo il saluto delle autorità, in piazza Vittorio Emanuele II, alle 21.45, Ivano Marescotti presenta lo spettacolo: "Italiani!". Sabato 2 aprile è all'insegna della musica con il concerto in piazza della cover band dei Nomadi "I bambini portoghesi". A seguire, alle 22, la tradizionale consegna del premio "Amico di Cotignola". ". Come da tradizione, la festa culminerà la domenica con il corso mascherato della Vecchia con carri e gruppi a piedi di prima visione, l'intrattenimento della Banda Folkloristica, il corteo storico, cavalli, musici e figuranti in costume medievale. A chiudere la festa più sentita di Cotignola, la lettura della sentenza di condanna a morte ed il rogo della Vecchia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -