Cotignola, presentazione di un volume su Caterina Sforza

Cotignola, presentazione di un volume su Caterina Sforza

COTIGNOLA - Venerdì 7 maggio 2010, con inizio alle ore 18, alla Libreria Feltrinelli di via Manzoni, 12 a Milano, l'Associazione Culturale Italia Medievale è lieta di invitarvi alla presentazione dell'ultimo libro di Cinzia Demi, "Caterina Sforza. Una forza della natura tra mito e poesia" (Fara Editore, 2010). Ingresso libero.

 

Il libro, che  è stato realizzato in occasione di un laboratorio letterario con le classi II medie di Cotignola, ci dona un'emozionante immagine della Leonessa di Romagna. In esso sono contenuti anche testi dei ragazzi, la cui traduzione dialettale è stata affidata a Domenico Tampieri, ed immagini del laboratorio della Scuola Arti e Mestieri su Caterina Sforza. I cenni storici sono a cura di Raffaella Zama e Afra Bandoli. 

 

«...nella maggior parte dei testi che parlano di Caterina, manca una sincera penetrazione del personaggio, mancano compassione e immedesimazione, focalizzazione sul suo mondo interiore, capacità di intuire cosa si agitasse in lei, come si sentisse in una determinata situazione e cosa realmente provasse, al di là di quello che esprimeva coi fatti e con le parole.
In definitiva in gran parte di ciò che avevo letto mancava empatia. (...) Cinzia Demi, scrivendo questi sei poemetti, ha svolto un lavoro molto preciso e accurato prima di tutto sulla forma filologica ed espressiva di quei tempi, probabilmente aderendo in parte allo stile linguistico dei cronisti Leone Cobelli e Andrea Bernardi, contemporanei della nostra eroina. (...) L'opera di Cinzia Demi si apre con la toccante Svegliatevi bambine, forte richiamo alla presa di coscienza indirizzato alle donne di ieri, di oggi e di domani.
La Demi prosegue poi cogliendo attimi della vita di Caterina, colti mentre si trovava a confronto con quelli che furono gli uomini più importanti della sua esistenza: i tre mariti, Girolamo Riario, Giacomo Feo, Giovanni de' Medici e, per concludere, un bel dialogo tra la nostra eroina e Cesare Borgia, l'ultimo rivale e, per pochi giorni, forse anche amante. (...) Scrivendo di Caterina ha compiuto un notevole lavoro di identificazione, destinando grande attenzione allo stile e alla ricostruzione storica.
Il tutto naturalmente dimostrando grande empatia per la nostra indimenticata Leonessa di Romagna». (dalla Prefazione di Marco Viroli)

 

Cinzia Demi è nata a Piombino (LI), lavora e vive a Bologna. E' operatrice culturale, poeta, scrittrice e saggista. E' fra i collaboratori della rivista nazionale di poesia e letteratura "ClanDestino". Fa parte del gruppo Poetico il "Laboratorio di Parole" per il quale ha l'incarico di curatrice delle relazioni esterne e direttrice della rivista bimestrale "Parole", e per il quale ha curato l'uscita della prima antologia dei Poeti, per la casa editrice Pendragon . Organizza scambi culturali e gemellaggi in varie località d'Italia. Cura la regia di eventi di poesia e arte varia. Nel 2007 pubblica il libro "Incontriamoci all'Inferno" Parodia di fatti e personaggi della Divina Commedia di Dante Alighieri (Pendragon), con prefazione di Gianfranco Lauretano, con il quale contribuisce alla conoscenza del Poema tramite incarichi per progetti scolastici (scuole medie di primo e secondo grado), conferenze e drammatizzazione dei testi in varie realtà istituzionali d'Italia. Ha collaborato con il Centro di Poesia Contemporanea dell'Università di Bologna, con l'Università Primo Levi di Bologna, con l'Associazione Italia Medievale, con La Festa della Storia organizzata dal Dipartimento delle Discipline Storiche dell'Università di Bologna e con molte altre associazioni e istituzioni sul territorio nazionale. Nel febbraio 2009 pubblica il libro di poesie "Il tratto che ci unisce" per la casa editrice Prova D'Autore, con prefazione di Davide Rondoni, che ottiene vari riconoscimenti di merito in alcuni tra i più prestigiosi Premi Internazionali di Poesia. Ha curato l'uscita del libro di poesie in dialetto romagnolo "Voci del buio" del poeta Arnaldo Morelli, edito dalla Pendragon. Suoi testi compaiono in varie riviste e antologie nazionali.

 

Nel mese di marzo 2010 è uscito per Fara Editore di Rimini un suo libro su Caterina Sforza, nel 500esimo anniversario della morte, dal titolo "Caterina Sforza. Una forza della natura fra mito e poesia", con prefazione di Marco Viroli, realizzato in collaborazione con il Comune di Cotignola, nato da un laboratorio didattico sul personaggio realizzato nell'Istituto Comprensivo Varoli del comune stesso. Un suo saggio, con alcune poesie inedite, su "La poesia tra il sacro e il profano" uscirà prossimamente in una antologia, sempre per la Casa Editrice Fara. Infine, un suo saggio sulla poetica dantesca è inserito nell'annuario "Lògoi" 2008/2009, realizzato dal Liceo Classico "Giovanni Pantaleo" e dal Liceo delle Scienze Umane "Giovanni Gentile" di Castelvetrano (Tp). Della poesia dice che "fa parte della sua vita, soprattutto in forma di ascolto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -