Crac Parmalat, chiesti 20 anni per Calisto Tanzi

Crac Parmalat, chiesti 20 anni per Calisto Tanzi

Crac Parmalat, chiesti 20 anni per Calisto Tanzi

PARMA - Venti anni di reclusione. E' la richiesta fatta dal procuratore di Parma, Gerardo La Guardia, per l'ex patron di Parmalat Calisto Tanzi, imputato per bancarotta sul crac del gruppo di Collecchio il cui fallimento fu dichiarato nel dicembre del 2003. Ad oltre un anno e mezzo dalla prima udienza, celebratesi il 14 marzo 2008, i magistrati che hanno condotto l'inchiesta hanno ricostruito gli eventi che hanno portato al dissesto della Parmalat.

 

Sono stati analizzati punto a punto i ruoli degli imputati. Sono sedici gli imputati, tra cui anche il fratello di Calisto, Giovanni Tanzi, per il quale sono stati chiesti 12 anni. "Me lo aspettavo", ha commentato al termine dell'udienza l'avvocato di Tanzi, Fabio Pelloni. "Non credo di poter dire che si tratti di un esito equilibrato perché la richiesta di pena deve essere adeguata e questa non mi sembra che lo sia", ha aggiunto.

 

La prossima udienza, quella in cui la difesa di Calisto Tanzi sarà chiamata a pronunciare la propria arringa, è in programma il 4 novembre. Pelloni ha annunciato che in aula saranno portati "argomenti validi ed elementi che mettono in luce le molteplici discrasie".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -