Credito di Romagna, nuova inchiesta: 15 indagati e la 'pista' dell'eolico

Credito di Romagna, nuova inchiesta: 15 indagati e la 'pista' dell'eolico

Credito di Romagna, nuova inchiesta: 15 indagati e la 'pista' dell'eolico

C'è un secondo filone di inchiesta sul Credito di Romagna, la banca locale nata nel 2003 e in pochi anni divenuta uno dei punti di riferimento del sistema produttivo locale, oggi commissariata da Bankitalia per presunte irregolarità. Oltre ai 19 soggetti coinvolti nella prima indagine (legata ai rapporti tra l'istituto e San Marino) se ne affiancano altri 15 (i cui nomi non sono resi noti) che sarebbero indagati a vario titolo per una gama di reati che comprenderebbe anche il riciclaggio di denaro.

 

A darne notizia è l'edizione forlivese de "Il Resto del Carlino", che rivela anche come l'inchiesta lambisca quella sulla cosiddetta "P3", l'indagine condotta dalla procura di Roma sul giro di appalti e favori che ruotava attorno al business dell'eolico.

 

Pare che da Roma i magistrati abbiano identificato tracce che ricondurrebbero all'istituto romagnolo seguendo i finanziamenti che sono arrivati a Flavio Carboni, il faccendiere in carcere nell'ambito dell'inchiesta sull'eolico e i cui legami forlivesi sono stati recentemente resi noti dalle intercettazioni pubblicate da alcuni quotidiani locali. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -