Cresce l'attesa per il Motor Show di Bologna

Cresce l'attesa per il Motor Show di Bologna

BOLOGNA - Cresce l'attesa per il Motor Show di Bologna, il salone internazionale dell'automobile che festeggerà il 33esimo compleanno. Per l'edizione 2008, in programma da 5 al 14 dicembre, sono stati investiti 7 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti altri 10 per le spese di pubblicità e marketing. Saranno presenti 51 case automobilistiche; sette le anteprime mondiali. Ma non solo. Ampio spazio alle aree per test ed esibizioni. Prezzo del biglietto: 24 euro.

 

Sarà un'edizione all'insegna delle novità e del rinnovamento, via fondamentale per uscire dal momento complicato del mercato dell'auto, come ha confermato l'Amministratore Delegato di Promotor International Giada Michetti: "Il 33° Motor Show di Bologna si aprirà in una situazione molto delicata e di questo, come operatori al servizio del settore, abbiamo grande consapevolezza. Non è la prima volta che il Motor Show arriva al termine di un'annata difficile: basti ricordare l'edizione del 1993, quando le immatricolazioni ebbero una contrazione del 29% rispetto all'anno precedente. Ciò nonostante, l'interesse del pubblico e delle Case per il Motor Show di Bologna rimase intatto. Sebbene il contesto sia diverso da quello del ‘93, la situazione che viviamo oggi è certamente difficile: si tratta infatti di un momento di cambiamento strutturale di tutta l'economia da cui anche il settore automotive uscirà profondamente modificato. Serve un cambiamento e cambiare significa confrontarsi con le problematiche legate ai grandi temi di questi anni: l'ambiente, i carburanti, la sicurezza e il contenimento dei costi, sia d'acquisto sia di gestione. Proprio per questo abbiamo pensato ad una delle grandi novità di questa edizione, Innovation Cube. Uno dei nostri compiti, come società al servizio del settore, è quello di mettere a disposizione delle Aziende un contenitore sorprendente come il Motor Show, dove i Costruttori possano dare la massima visibilità possibile ai propri investimenti sfruttando appieno le potenzialità offerte dalla collocazione baricentrica della città che lo ospita e che consente un afflusso di pubblico sempre straordinario. Fra i nostri obiettivi vi è anche quello di mettere a disposizione delle Aziende l'unicità di questo Salone che in 33 anni è stato capace di evolversi, di essere sempre propositivo, puntuale e che ha saputo sviluppare la sua internazionalità, oltre alle caratteristiche che lo hanno reso celebre: la parte espositiva, i test drive e l'anima sportiva. Sarà un Motor Show molto ricco di contenuti e sostenuto da importanti investimenti, sia da parte dei Costruttori, sia da parte nostra come organizzatori. Oggi le Case sono già fortemente impegnate per far sì che, superate le difficoltà del quadro economico, il mercato possa ripartire: la strada è quella dell'innovazione tecnologica che tenga ben presenti le esigenze di oggi. Terminato questo momento di transizione del mercato, l'automobile si confermerà come il mezzo di trasporto indispensabile per chi cerca libertà e indipendenza".


Giada Michetti si è poi concentrata sui contenuti della manifestazione: "Prima dell'apertura del Motor Show Promotor International ha già investito circa 7 milioni di euro per un'ottimale riuscita del Salone. Questa cifra comprende i costi relativi alla gestione e all'allestimento del quartiere fieristico sia all'interno sia all'esterno, all'allestimento dell'area gare e all'organizzazione della parte sportiva della manifestazione. A questo vanno aggiunti poi gli investimenti nelle attività di comunicazione e di pubbliche relazioni e i costi di gestione e del personale che lavora tutto l'anno per realizzare il Motor Show. Vorrei ricordare anche la nostra intensa ed estesa attività di comunicazione che prevede una campagna pubblicitaria del valore di circa 10 milioni di euro - declinata in affissioni, stampa quotidiana, periodica e specializzata, TV, radio e internet - e che coinvolge tre uffici stampa dedicati: uno per il salone, uno per la parte sportiva e quello per le relazioni con la stampa internazionale, senza dimenticare le attività del Centro Studi Promotor, che elabora durante tutto l'anno dati e analisi di mercato e dialoga mensilmente con la stampa. Siamo estremamente soddisfatti in termini di spazi espositivi e di presenza di marchi automobilistici, poiché saranno 51 i Brand che esporranno al Motor Show, che rappresentano il 94.4% delle quote di mercato in Italia nel periodo di riferimento gennaio/ottobre 2008. Alcune Case hanno scelto per la prima volta il nostro Salone, altre hanno aumentato lo spazio espositivo o hanno scelto di mostrare i propri modelli sulle 11 aree esterne per i test drive offerti ai visitatori. Siamo inoltre molto soddisfatti per quanto concerne il calendario di appuntamenti sportivi, con alcuni momenti davvero eccezionali che ormai al Motor Show sembrano essere diventati "normali" come la Ferrari che gira in una pista vera e propria, come la partecipazione del campione del mondo rally Sebastien Loeb che viene a Bologna per partecipare al Memorial Bettega, il nostro rally indoor, o ancora come la concentrazione di campioni dello sport motoristico e non, che al Motor Show si cimentano in discipline sportive spettacolari, come ad esempio il drifting e il freestyle. E ancora, siamo molto positivi rispetto alle tantissime iniziative business che il Motor Show ospiterà, come le conferenze stampa, gli incontri con le reti commerciali che le Case hanno scelto di portare al Salone, i convegni e i tanti appuntamenti dedicati ai temi più significativi, con priorità, ancora una volta, ad ambiente e sicurezza. A questi temi è dedicato un altro investimento molto consistente, ma a nostro avviso indispensabile, per offrire un nuovo palcoscenico alle Aziende e un ulteriore motivo di curiosità e approfondimento per il visitatore: Innovation Cube. L'inedita iniziativa fieristica, realizzata in collaborazione con H2Roma, mette in luce la tecnologia del prodotto auto, rendendola comprensibile per il pubblico e concentra la propria attenzione su quattro temi chiave - ecocompatibilità, infomobilità, sicurezza e design. Il nostro compito, come organizzatori di manifestazioni fieristiche, è unicamente questo: creare opportunità e valore a tutto il settore. Abbiamo la capacità e il know how per realizzare e dare la massima visibilità, nel miglior contenitore possibile, ad un settore economico che, nel campo della promozione, raggiunge livelli avanzati e sofisticati. Siamo in grado di creare eventi di spessore internazionale ovunque in Italia e nel mondo, grazie alla nostra storia e a GL events, il gruppo a cui oggi apparteniamo. GL events - con sedi in 13 paesi nel mondo - negli ultimi anni ha investito in maniera consistente in Italia, paese che rappresenta per il gruppo il secondo mercato dopo quello interno, e ha scelto di continuare a farlo. Il nostro compito quindi, assieme alle Case automobilstiche e ai nostri Partner, è cercare di affrontare nella maniera migliore questo delicatissimo momento di mercato, e siamo pronti ad esaminare, insieme ai Costruttori e in armonia con essi, gli scenari futuri".

Successivamente sono intervenuti il Direttore Commerciale di Promotor International, Marco Angrisani e Simona Sandrini, Sport Events Manager della 33^ edizione del Motor Show. Il primo a prendere la parola è stato Marco Angrisani: "Il Motor Show 2008 sarà particolarmente ricco di contenuti e vorremmo proporveli seguendo due filoni, uno business e uno consumer. Il Motor Show è un importante momento di mercato che si può rileggere secondo quattro chiavi. La prima riguarda le reti commerciali, dove gli attori sono le Case auto, i concessionari, le Associazioni di categoria, il post vendita e le officine, che al Motor Show fanno il punto del mercato e stabiliscono le future strategie, organizzando anche appuntamenti specifici per dealer e addetti ai lavori. La seconda sono i convegni, che quest'anno affrontano temi molto delicati e cercano di delineare il futuro dell'auto seguendo tre focus: uno economico, uno tecnico e di innovazione e uno legato alle esigenze di mobilità. Gli attori saranno politici e istituzioni, associazioni di categoria, economisti e rappresentanti del mondo automotive. Il terzo momento di approfondimento sarà dedicato alla sicurezza stradale, con istituzioni, forze dell'ordine, scuola e associazioni chiamate al dibattito sull'argomento, mentre il quarto sono le premiazioni che coinvolgeranno stampa e Case auto per i propri campionati sportivi".

Sulla parte sportiva del Salone Simona Sandrini ha affermato: "L'area Motorsport del Motor Show è sicuramente cambiata moltissimo: nato come intrattenimento, puro spettacolo in un'ottica completamente consumer, ora rappresenta un importante momento business. Il paddock è un vero parco assistenza, ma è diventato anche un appuntamento per gli operatori del settore per confrontarsi sull'andamento del mercato piloti, del mercato di vetture preparate da gara e del mercato delle sponsorizzazioni tra Aziende e piloti, oltre a dare visibilità a piloti e promotori di campionati. In questa edizione vi sarà una MotorSport Business Area con diversi partner: nel paddock al padiglione 35, all'interno della zona riservata alla Direzione Gare, vi saranno un'area Vip e un Vip Truck dedicato, con accesso riservato a team manager, piloti, giornalisti e sponsor invitati".
Marco Angrisani si è poi soffermato sulla parte "consumer", dedicata al pubblico della manifestazione: "Il Motor Show è anche un meraviglioso contenitore per il pubblico, per il quale abbiamo sempre avuto una grande attenzione. Sin dalla primavera abbiamo cercato di sensibilizzare e coinvolgere le Aziende che forniscono un servizio ai visitatori del Salone e, grazie all'introduzione di pacchetti speciali acquistabili unicamente su Internet, il pubblico del Motor Show 2008 otterrà significativi sconti per quanto concerne ristorazione e parcheggio. Inoltre, tornano i treni speciali dalla principali direttrici italiane, che consentono un risparmio sino al 21% rispetto ad un acquisto tradizionale. Per finire, vorrei ricordare che il prezzo del biglietto è bloccato ormai da tre anni, e a questo si aggiunge - a partire dal 2008 - la possibilità di stampare direttamente a casa propria il tagliando di accesso. Per quanto riguarda il rapporto con il pubblico, va sottolineato un progetto che ci vedrà presenti con particolare forza nei principali social network sul Web 2.0 - come ad esempio Facebook. Riguardo i contenuti del Salone - oltre alle 100 anteprime, di cui 7 mondiali e 9 europee ad oggi comunicate dalle Case - il visitatore può trovare al Motor Show tutte le tipologie di vetture: da quelle più convenienti per consumi e spese di gestione alle auto da sogno. Come già avvenuto nel 2007, anche quest'anno avremo EcoCity, uno spazio dedicato alle Aziende che di occupano di tecnologie di alimentazione alternativa e di carburanti a basso impatto ambientale. Va ricordata poi l'anima dinamica del Motor Show, che lo distingue da tutti gli altri Saloni automotive: nel 2007 i visitatori hanno fatto più di 57.000 test drive. Per questa edizione sono previste 11 aree esterne con 16 Aziende coinvolte, che mettono a disposizione del pubblico i loro prodotti, dalla vettura sportiva al Suv. Nelle aree esterne l'accento sarà posto anche sulla sicurezza stradale attiva e passiva e sulla guida sicura, temi molto cari al Motor Show già da diversi anni. Inoltre vorrei sottolineare l'importanza dell'innovazione tecnologica per tutto il settore automotive: a questo proposito debutta a Bologna Innovation Cube, un nuovo format espositivo sviluppato in collaborazione con H2Roma. Nell'ideare questa iniziativa abbiamo tenuto ben presenti le caratteristiche del nostro Salone, ovvero un contenitore che affianca all'esposizione la spettacolarizzazione dei contenuti. E quindi innovazione tecnologica resa fruibile al pubblico e declinata secondo quattro macroaree: sicurezza, ecocompatibilità, infomobilità e design. Ad Innovation Cube saranno presenti le Case auto, le Aziende della filiera automotive e i Centri di ricerca italiani. Ma al Motor Show è presente anche un altro contenitore straordinario: il MotorSport Stadium, l'area gare del Salone".

Riprende la parola nuovamente Simona Sandrini, per raccontare nel dettaglio gli eventi sportivi in programma sui circuiti del MotorSport Stadium: "Quest'anno abbiamo chiamato Stadium la nostra Area Gare per sottolineare l'unicità di un contenitore che per 353 giorni all'anno non esiste, ma che per gli altri dodici giorni si trasforma in una pista di 40.000 metri quadri che sviluppa una enorme potenza in termini di comunicazione, business, persone e cavalli. Lo Stadium del Motor Show è fantasia applicata al Motorsport: è un vero e proprio teatro con tante idee di complessa realizzazione. La ricetta del MotorSport Stadium è semplice: automobili e pubblico, sogni, campioni e applausi. Il pubblico ha un ruolo importantissimo da sempre: è pensando al visitatore, consumatore finale, che l'evento viene confezionato. Negli anni il calendario è cambiato e anche dicembre e gennaio sono periodi attivi per il Motorsport, pertanto siamo contenti dell'interesse che protagonisti di livello mondiale del settore ci dedicano, consentendoci di realizzare un programma ricco di eventi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle vetture Campioni del mondo di Rally e di Formula 1 con i loro protagonisti, al debutto bolognese della Nascar grazie a Red Bull, dal ritorno dell'Audi con la R10 vincitrice della 24 ore di Le Mans, ai tre eventi dedicati alle auto storiche, dall'appuntamento su quattro ruote dedicato al Motomondiale al tradizionale Memorial Bettega. Da segnalare anche il restyling generale del layout dell'area: la pista velocità è stata allungata, quella rally rivisitata ed è stata creata una nuova zona per il muretto box".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -