CREVALCORE - Arrestati 6 giovani per rissa aggravata.

CREVALCORE - Arrestati 6 giovani per rissa aggravata.

CREVALCORE – Dominica 18 febbraio i Carabinieri della Stazione di Crevalcore, in collaborazione con quelli dell’ Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni in Persiceto, hanno tratto in arresto 6 persone per le ipotesi di reato di rissa aggravata e concorso in lesioni personali gravissime e porto di armi od oggetti atti ad offendere. I giovani sono un italiano (M.M.V., 18 anni, apprendista) di Persiceto, e 5 marocchini, tutti residenti a Crevalcore ed operai (M.M., 22 anni, K.M., 20 anni, O.B., 21 anni, A.J., 20 anni e A.E.A., 18 anni).


Tutto è iniziato verso le 2 di notte all’interno di un disco-pub di Crevalcore denominato “XXL”. Da una ricostruzione effettuata dai militari, è emerso che la lite si sarebbe innescata a seguito di uno sguardo da parte di uno dei marocchini, M. M., verso una ragazza italiana; il gesto non è sfuggito a M. M. V. e, dopo alcuni insulti, i due sono arrivati alle mani. Ma è fuori dal locale che la situazione si è aggravata: sono giunti in supporto di M.M. altri 4 marocchini e l’ italiano ha avuto la peggio, colpito in pieno volto con un crick da auto. Sono arrivati anche altri 3 italiani, tra cui un minorenne, che hanno partecipato alla fase finale della rissa e chiesto aiuto per l’ amico ferito. All’ arrivo dell’ ambulanza la situazione di M.M.V. è apparsa subito grave; è stato trasportato infatti all’ ospedale di Modena dove gli è stata diagnosticata una seria frattura della mascella. Ancora riservata la prognosi. I Carabinieri, avvisati da alcuni giovani che hanno assistito alla rissa, hanno trovato per terra il crick usato contro M.M.V., un bastone di legno e una cartuccia, inesplosa, di una pistola scacciacani. I giovani sono stati portati tutti in caserma ed i 5 marocchini sono stati arrestati, mentre i 3 italiani sono stati denunciati in stato di libertà, per avere partecipato solo alla fase finale della rissa. Anche M.M.V., che ha un precedente penale per lesioni personali, è stato arrestato, ma, date le sue condizioni di salute, è stato subito scarcerato, così come disposto dal P.M. di turno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I 5 cittadini marocchini sono stati accompagnati al carcere di Bologna, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -