CUCINA - Due chef romagnoli alla conquista della Francia

CUCINA - Due chef romagnoli alla conquista della Francia

Due chef romagnoli alla conquista della Francia. Saranno infatti Vincenzo Camerucci e Alberto Faccani, capocuochi dei ristoranti Lido Lido e Magnolia di Cesenatico, a rappresentare la Romagna in un gemellaggio culinario con la Francia. Gli chef, entrambi ‘stellati’ Michelin, saranno, insieme a due colleghi francesi, i protagonisti di “A tavola con le Stelle”, kermesse enogastronomica che si terrà in un castello del Beaujolais, patria del vino nuovo più famoso al mondo.


L’evento, battezzato “A table avec les Etoiles” (A tavola con le Stelle) è in programma nella settimana immediatamente successiva al week end pasquale, tra il 26 e il 28 marzo a Château del Bagnols, uno splendido castello a due passi da Lione in pieno territorio del Beaujolais delle “Pierres dorées”, trasformato in Relais Château, dove hanno soggiornato capi di stato e stelle di Hollywood fra cui Tom Cruise e Nikole Kidman ai tempi del loro amore.

Al castello di Bagnols, che apre al pubblico le sue porte per promuovere i segreti delle due cucine stellate, il giorno 26 marzo sarà completamente dedicato agli atelier enogastronomici, veri laboratori del gusto dove gli chef francesi e romagnoli si alterneranno preparando ricette di alta cucina servite a tavola al pubblico intervenuto.


Protagonisti ai fornelli, quattro chef tutti con la stella Michelin.


Due romagnoli, Vincenzo Camerucci e Alberto Faccani, titolari rispettivamente delle cucine dei ristoranti Lido Lido e Magnolia di Cesenatico (Fc), e due francesi, Matieu Fontaine, capo chef dello Château de Bagnols e Jean Brouilly, mitico chef dei Pays Beaujolais. Insieme a loro una brigata di altri chef italiani e francesi protagonisti della formazione gastronomia incrociata, un progetto transnazionale che da alcuni anni porta gli chef italiani e francesi ad affinare la propria preparazione di qua e di lì dalle Alpi.


Nel corso degli atelier, che si svolgeranno nelle storiche e suggestive cantine del Castello dedicate alla fermentazione dei vini crus “Orgoglio del Beaujolais”, gli chef realizzeranno ricette uniche e originali valorizzando i prodotti della gastronomia dei due territori, trasformandoli creativamente in grandi piatti innovativi che attingono alle impareggiabili tradizioni culinarie di Romagna e Beaujolais.


Costo al pubblico degli atelier 30 euro, un ticket necessario per assaporare i grandi piatti della tradizione stellata francese e italiana e la storia enogastronomia di due territori gourmand.


Ecco alcune delle ricette che saranno realizzate (e assaggiate!) nel corso degli atelier nel nome della ‘contaminatio’ gastronomica: passatelli con formaggio di fossa, seppiolini e spiedini di seppiolini; sfoglia lorda ripiena di ricotta con ragu’ di cacciagione del Beaujolais e verdure; Spalla di Mora romagnola allo spiedo con contorni alla francese e savor, palamita scottata con pate’ di cannellini e salsa di poverazze (le vongole tipiche dell’Adriatico); Cremoso di squacquerone, biscotto all'olio extravergine, frutta secca e saba.


L’evento proseguirà nella giornata di giovedì 27 marzo, con un workshop enogastronomico e turistico organizzato dalla Camera di Commercio Italiana di Lione, nel corso del quale le aziende produttrici delle province di Forlì-Cesena e Rimini e produttori del Beaujolais incontreranno buyer ed importatori francesi.

E la collaborazione tra chef stellati di Romagna e Beaujolais non si ferma qui: “A tavola con le stelle” avrà infatti un seguito, con una iniziativa “gemella” che sarà realizzata in Italia fra un anno circa, nel corso del 2009.


“A tavola con le Stelle” rientra nel più ampio progetto di cooperazione transnazionale che da anni vede la Romagna e il Beaujolais gemellati nella promozione reciproca, dal punto di vista turistico, enogastronomico, commerciale. I due territori, rappresentativi della gloriosa enogastronomia della Vecchia Europa, si presentano così uniti e forti sui nuovi mercati internazionali dell’enoturismo e dello slow tourism, per dimostrare che “la Romagna non è solo mare, il Beaujolais non è solo vino!”


L’evento in programma il 26-27 marzo è organizzato col diretto impegno della Cooperazione Beaujolais/Romagna, Balade en Terroir Gourmand, Château de Bagnols, la Camera di Commercio Italiana di Lione, sostenuto finanziariamente da Leader +, Regione Rhône-Alpes, Pays Beaujolais Développement, Camere di Commercio di Forlì-Cesena e di Rimini. Tra i partner del progetto di cooperazione Romagna-Beaujolais rientrano anche il Gal L’Altra Romagna, il Gal Beaujolais Vert, Destination Beaujolais, le Strade dei Vini e dei Sapori e le Province di Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le informazioni relative ai pacchetti turistici per organizzare un week end nel beaujolais sono consultabili sul sito www.pays-beaujolais.com. Per qualsiasi ulteriore informazione, si può contattare la coordinatrice del progetto di cooperazione Beaujolais-Romagna Stephanie Plaza, email: stephanie.plaza@club-internet.fr.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -