Cusercoli, alle Fattorie Faggioli la Romagna incontra le Ande

Cusercoli, alle Fattorie Faggioli la Romagna incontra le Ande

Cusercoli, alle Fattorie Faggioli la Romagna incontra le Ande

CUSERCOLI - Le Fattorie Faggioli ospitano oggi 17 dicembre a Borgo Basino di Cusercoli (FC), un gruppo di imprenditori, tecnici e amministratori responsabili dello sviluppo rurale andino provenienti da Bolivia, Colombia, Ecuador e Perù, seguiti dal tutor Davide Albonetti.

 

Nell'ambito degli obiettivi di valorizzazione dei Territori Rurali, le Fattorie Faggioli propongono una giornata di confronto sul turismo sostenibile, sulla filiera corta e sull'utilizzo equilibrato delle risorse, cercando risposte alla necessità di rafforzare la competitività dei prodotti locali. Una giornata per "progettare un ponte" che si colleghi a questi Paesi ricchi di opportunità, creando collaborazioni strategiche basate sulla tecnologia e sulla conoscenza.

 

Il gruppo andino, nell'ambito del "Progetto Leonardo Melandri 2009", frequenta il corso "Costituzione e Gestione delle PMI", che si svolge nella sede del Ce.U.B. a Bertinoro ed è co-finanziato dal Ministero Affari Esteri Italiano-Direzione Generale Cooperazione e Sviluppo, in collaborazione con la Facoltà di Economia di Forlì -Università di Bologna.

 

"Dobbiamo rimboccarci le maniche- sostiene Fausto Faggioli, presidente EARTH Academy (Accademia che si occupa di sviluppo rurale) e docente del gruppo andino - e avviare processi ed azioni che valorizzino le nostre risorse in termini di ospitalità, qualità umana e ambientale. Dobbiamo affrontare, con progetti condivisi, la sfida dell'internazionalizzazione, anticipando le richieste dei mercati mondiali, rendere più facili i contatti perché viviamo in un mondo che non solo si muove, ma anche cambia direzione di marcia, ad altissima velocità. Bisogna quindi mantenere il passo, perché l'identità e la comunità sono punti di riferimento per ridefinire il tessuto di relazioni e interscambio che ci sono in un Territorio, forti fattori di sviluppo".

 

"La formazione e lo scambio di buone prassi - aggiunge inoltre Andrea Bandini direttore del Ce.U.B. - assumono un ruolo strategico non solo nel fornire conoscenze e competenze tecniche, ma anche nel favorire la costruzione di un sistema di valori condiviso da tutti i Paesi e necessario allo sviluppo di una società e di un turismo realmente sostenibile"

 

"Un gruppo come questo dimostra chiaramente che gli orizzonti non sono più nazionali, ma mondiali e, grazie ad uno sforzo congiunto, e con una voglia di fare che cresce ogni giorno di più, possiamo ottenere risultati sempre migliori al di fuori dei nostri rispettivi confini. E' anche dal resto del Mondo- prosegue Francesca Faggioli Presidente delle Fattorie Faggioli- che ci vengono quegli stimoli necessari al cambiamento, che ci costringono a migliorare ogni giorno la nostra competitività".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -