Da Ravenna un aiuto alla Tanzania: 22 container in viaggio

Da Ravenna un aiuto alla Tanzania: 22 container in viaggio

Da Ravenna un aiuto alla Tanzania: 22 container in viaggio

RAVENNA - Partiranno stanotte, dal Terminal Container di Ravenna, i primi 22 container carichi di materiali in viaggio verso il porto di Dar es Salaam in Tanzania destinati alla realizzazione di una centrale idroelettrica presso la città di Mangusta sul fiume Lukosi per portare energia elettrica ad un comprensorio di 20 villaggi. Il progetto è promosso dall'organizzazione non governativa "Solidarietà e Cooperazione Senza Frontiere" con sede a Bologna.

 

"Le tubazioni facenti parte del carico sono state prodotte a Rieti e trasportate a Ravenna dalla 3B Logistic Autotrasporti - esordisce Flavio Cirri della ASA srl, lo spedizioniere incaricato del trasporto che ha fortemente creduto nella possibilità di utilizzare il nostro porto come punto di imbarco.- Grazie alle sinergie e competenze trovate a Ravenna abbiamo convinto il committente ad utilizzare il nostro scalo. Ci auguriamo, nelle prossime settimane, di raccogliere il proseguo dell'iniziativa mediante la spedizione di altri carichi necessari per il completamento dell'opera."

 

"Le nostre maestranze, unitamente a quelle del Terminal Container Ravenna - continua Roberto Rubboli della Compagnia Portuale - hanno messo in campo la necessaria competenza tecnica per il rizzaggio e la preparazione del carico e siamo lieti che Ravenna possa ospitare imbarchi come questo che sono già avvenuti nel passato ma che spesso trascuriamo di valorizzare come invece avviene in altri scali. "

 

"Ciò che accadrà nel porto di Ravenna questa notte - afferma Giuseppe Parrello, presidente dell'Autorità Portuale di Ravenna - coniuga una iniziativa di carattere umanitario ad una azione di promozione del porto a livello internazionale e ad una capacità di coordinamento e collaborazione di tutto il cluster marittimo ravennate che in questa, come in altre occasioni, producono un lavoro di qualità che non tutti i porti sarebbero in grado di fare. Questi elementi ben rappresentano la cultura e le azioni che caratterizzano il nostro scalo".

 

"Questa sinergia tra le imprese sopraindicate hanno permesso il buon esito dell'operazione, avvalorato dalla disponibilità della compagnia di navigazione MSC, primo cliente del nostro Terminal" - conclude Luciano Valbonesi, presidente del TCR di Ravenna.

 

"Questa è la riprova, se ancora ce ne fosse bisogno - commenta Mario Petrosino della CNA di Ravenna - che quando si lavora uniti per un obiettivo comune i risultati arrivano sempre. Sia quando si tratta di opportunità di lavoro concrete, come in questo caso, sia che si parli di opere infrastrutturali strategiche per il nostro porto. In un momento difficile come questo mi sembra un segnale importante e positivo."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -