Dalla primavera al ritorno dell'inverno: riecco la neve

Dalla primavera al ritorno dell'inverno: riecco la neve

Dalla primavera all’inverno in poco più di 24 ore. L’Emilia Romagna è ripiombata nel freddo in seguito all’arrivo di una profonda saccatura estesa dalla Russia al Mediterraneo centro occidentale. Se in pianura è piovuto anche abbondantemente, specie sul settore centro-orientale della regione, sui rilievi è nevicato al di sopra dei 600 metri di quota. L’instabilità persisterà anche giovedì, con possibili nevicate in mattinata anche sulla pianura romagnola.


Pioggia, vento e freddo in pianura, neve sui rilievi al di sopra dei 600 metri di quota. In Emilia Romagna, dopo il weekend primaverile, è tornato da martedì il “Generale Inverno”. L’attuale scenario meteorologico vede la presenza di una profonda saccatura estesa dalla Russia al Mediterraneo centro-occidentale.


I fiocchi bianchi, senza creare fortunatamente particolari problemi alla circolazione stradale, sono comparsi sui tratti appenninici dell’A1 e dell’A15 e sulla E45 al passo del Verghereto, mentre la Polizia raccomanda l’utilizzo di catene montate sui passi appenninici della rete stradale ordinaria.


Sulla pianura romagnola è piovuto abbondantemente tra martedì e mercoledì soprattutto nel forlivese e nel faentino. Le stazioni meteorologiche dell’Arpa-Sim dell’Emilia Romagna hanno registrato a Forlì 15,2 millimetri di pioggia, mentre a Reda di Faenza 17. Meno consistenti le piogge a Ravenna (9,8 mm) e Rimini (7,6). Impressionante lo sbalzo termico nelle ultime 48 ore, soprattutto nei valori massimi, con la colonnina di mercurio che ha subito una diminuzione anche di 10°C.


L’elemento perturbato persisterà almeno fino a venerdì, con piogge e nevicate anche a quote collinari e localmente anche sulla pianura centro-orientale nella mattinata di giovedì. Le precipitazioni, nel corso della giornata, tenderanno ad estendersi anche sul settore emiliano, con nevicate localmente anche in pianura. Le temperature sono previste in ulteriore diminuzione.


Persistenza dei fenomeni anche per la mattinata di venerdì, con piogge in pianura e nevicate a quote collinari specie in Emilia, ma la tendenza è per un’attenuazione dei fenomeni a partire dal settore centro-orientale. Le temperature tenderanno gradualmente ad aumentare. Sabato l’area depressionaria si porterà verso le nazioni balcaniche, dando luogo ad un graduale miglioramento delle condizioni a partire dal settore occidentale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -