Decolla da Riccione la nuova stagione dell'aeroporto "Ridolfi" di Forlì

Decolla da Riccione la nuova stagione dell'aeroporto "Ridolfi" di Forlì

Decolla da Riccione la nuova stagione dell'aeroporto "Ridolfi" di Forlì

RICCIONE - Il Ridolfi prende il volo con Wind Jet che piazza Forlì la propria base sulla penisola. Giovedì sera a Riccione la Seaf, società che gestisce l'aeroporto forlivese, ha presentato agli operatori professionali romagnoli del turismo (tour operator e agenzie viaggi) l'orario dei voli in arrivo e partenza da marzo a ottobre 2009. Celebrando ufficialmente le nozze con Wind Jet, che da Forlì farà partire voli verso alcune delle principali mete europee. 

 

Dopo il fidanzamento con Ryanair, naufragato tra rimpianti e recriminazioni, l'intesa di Seaf con Wind Jet sembra avere prospettive più solide e durature. Il panorama a cui la nuova partnership guarda è particolarmente ampio e comprende in primo luogo l'intera Romagna. Del resto il debutto è avvenuto proprio in riva all'Adriatico, non troppo distanti dall'aeroporto Fellini di Rimini, segno che il "nuovo" Ridolfi punta molto sul bacino turistico della riviera.

 

"Il grande rafforzamento della presenza di Wind Jet su Forlì - ha detto il Direttore Generale di Seaf, Rodolfo Vezzelli, introducendo l'incontro - significa portare flussi turistici da diverse nazioni europee, richiamare ed esportare turismo e creare occupazione in aeroporto e sul territorio".

Tante novità attendono lo scalo forlivese a partire dal 29 marzo prossimo, data dalla quale il Ridolfi sarà attivo 24 ore su 24 per fare fronte al traffico aereo in entrata e in uscita. Ruolo centrale nel rilancio dell'aeroporto lo giocherà, appunto, Wind Jet che, dopo Catania e Palermo, localizzerà proprio a Forlì il suo terzo snodo, chiamato Hub Adriatico.

 

Un avamposto fuori dall'isola per collegamenti in tutta Europa grazie ad una posizione strategica per tutto il centro-nord. Saranno 12 le nuove destinazioni che Wind Jet raggiungerà dal Ridolfi: Amsterdam, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Cagliari, Cracovia, Napoli, Lampedusa, Parigi, Praga, Riga e Timisoara. Che si andranno ad aggiungere alle 6 rotte già attive - Palermo, Catania, Mosca, San Pietroburgo, Bucarest e Samara - che a loro volta vedranno un incremento nella frequenza dei voli. In totale le destinazioni Wind Jet da Forlì saliranno a quota 18. Le credenziali della compagnia aerea sono di tutto rispetto: un network di 28 destinazioni (13 in Italia e 15 in Europa), una flotta che nel 2009 conterà 14 aeromobili, uno staff di 500 persone.

 

Per quest'anno la compagnia prevede di effettuare 23.450 voli con un incremento del 16% rispetto al 2008. Il ruolo che la compagnia aerea attribuirà a Forlì sarà di primo piano. "Un nostro aeromobile sarà sempre a disposizione in aeroporto - ha spiegato il Direttore Generale di Wind Jet, Angelo Lo Bianco, illustrando nuove destinazioni e strategie - e grazie alle nuove rotte contiamo di far transitare dal Ridolfi 950 mila dei 3 milioni di passeggeri che quest'anno voleranno con noi".

 

Numeri di primo piano per lo scalo forlivese che da fine mese potrà offrire nel suo complesso 27 rotte aeree, di cui 5 nazionali e 22 internazionali. Con una ricaduta molto importante anche per il territorio. La soddisfazione è palpabile e l'aeroporto è già in fibrillazione per l'importante fase di rilancio.

 

"Tutti i nuovi voli in partenza e in arrivo a Forlì saranno voli di linea e non voli charter - ha tenuto a precisare Franco Rusticali, Presidente di Seaf - dunque saranno un'opportunità sui cui poter contare nel tempo. Inoltre gli aerei che partiranno dal Ridolfi arriveranno negli aeroporti principali delle nostre destinazioni e non in quelli secondari o periferici: per esempio a Parigi i passeggeri scenderanno al Charles De Gaulle. Una delle parole chiave sarà flessibilità con l'aeroporto sempre aperto e l'aeromobile Wind Jet che, se durante la notte non sarà impegnato in voli di linea, potrà essere disponibile per voli charter. Ma flessibilità vorrà anche dire rimanere sempre in ascolto degli operatori turistici del territorio per adeguare la nostra offerta di destinazioni e i nostri servizi alla domanda effettiva. Senza dimenticare la sicurezza: entro fine mese sarà pronto e funzionante il nuovo sistema per garantire decolli e atterraggi anche in condizioni di scarsa visibilità".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gabriele Pizzi

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Black02
    Black02

    Per forl' sarebbe una manna, speriamo vada bene e che Bologna non ci metta i bastoni tra le ruote come è successo con RYANAIR

  • Avatar anonimo di emanuele
    emanuele

    dopo quelle del 2006, 2007, e 2008, chissà le perdite del 2009. **

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -