Delitto di Cogne, quale sarà il destino della Franzoni?

Delitto di Cogne, quale sarà il destino della Franzoni?

TORINO – Mancano poche ore all'ultima udienza nel processo d'appello che stabilirà il destino di Annamaria Franzoni accusata di aver ucciso il figlio Samuele Lorenzi nel'abitazione di Cogne. Potrebbe arrivare già in serata la sentenza anche il presidente della Corte, Romano Pettenati, ha cinque giorni per depositare la sentenza.

Durante l'udienza il pm Vittorio Corsi utilizzerà per il suo intervento il rapporto di tre pagine presentato dai Carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche nel quale è stato esplicitato che l'arma utilizzata per il delitto sia stato un corpo contundente (pentolino di rame o mestolo). Secondo l'avvocato difensore, Paola Savio, la Franzoni è innocente e il maniaco avrebbe ucciso il piccolo Samuele con un sabot da montagna.

Un altro argomento di discussione sembra essere le macchie ematiche trovate sul pigiama della Franzoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

QUALE POTREBBE ESSERE IL DESTINO DI ANNAMARIA?

CONFERMA DELLA SENTENZA DI PRIMA GRADO - Se il Collegio riterrà la responsabilità dell'imputata e non concederà attenuanti, resterà confermata la pena di 30 anni di reclusione. Tuttavia la Franzoni potrà ricorrere in Cassazione e non andrebbe subito in carcere.

RIDUZIONE DELLA PENA – All'imputata i giudici, pur riconoscendo la sua colpevolezza, potrebbero concedere attenuanti (le "generiche" e/o il "vizio parziale di mente"), con conseguente riduzione della pena. Anche in questo caso l'imputata non andrà in carcere in attesa del processo in Cassazione.

ASSOLUZIONE DELL' IMPUTATA - Se gli indizi a carico della Franzoni non saranno ritenuti idonei per fondare un giudizio di responsabilità dell'imputata, sarà assolta per non aver commesso il fatto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -