Delitto di Novi Ligure, Omar esce dal carcere

Delitto di Novi Ligure, Omar esce dal carcere

Delitto di Novi Ligure, Omar esce dal carcere

ASTI - Torna in libertà Omar Favaro il giovane che, il 21 febbraio 2001, aiutò l'ex compagna Erika De Nardo ad assassinare con decine di coltellate la madre Susi Cassini e il fratellino della ragazza Gianluca De Nardo, in una villetta del quartiere Lodolino di Novi Ligure (Alessandria). Il magistrato di sorveglianza ha concesso a Favaro i 45 giorni di libertà anticipata relativa all'ultimo semestre di pena espiata. La pena sarebbe scaduta il 17 aprile.

 

Omar era stato condannato a 14 anni di carcere, mentre Erika a 16. Quindi sono arrivati, per entrambi, gli sconti di pena e, per Omar, la concessione del regime di semilibertà. Favaro, in regime di semilibertà, fino a oggi ha lavorato ad Asti come giardiniere  a seicento euro al mese e si è comportato, come dicono gli agenti della questura incaricati di seguirlo, un detenuto modello.

 

Ha affermato di avere dimenticato Erika, la principale protagonista del duplice omicidio con la quale aveva progettato di fuggire dopo il massacro. "Oggi mi è indifferente, non mi interessa, capitolo chiuso, non le porto nemmeno rancore", ha ai giornalisti che in questi anni sono riusciti ad avvicinarlo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -