Dichiarazione dei redditi, la Regione: "Reintrodurre 5 per mille"

Dichiarazione dei redditi, la Regione: "Reintrodurre 5 per mille"

BOLOGNA - L'Assemblea ha approvato una risoluzione, sottoscritta da nove consiglieri regionali del pd (Damiano Zoffoli, primo firmatario), Gianluca Borghi, Matteo Richetti, Marco Barbieri, Laura Salsi, Mauro Bosi, Gian Luca Rivi, Mario Mazzotti e Roberto Piva) che impegna la Giunta ad adoperarsi presso il Governo, il Ministero dell'economia e delle finanze ed il Parlamento affinché, nella Finanziaria 2010, venga reintrodotto, in forma stabile e senza limitazioni di tetto, il 5 per mille, quale strumento di solidarietà e sussidiarietà per finanziare volontariato e ricerca, e si riveda il modello per la dichiarazione dei redditi 2010, prevedendo lo specifico rigo per l'erogazione da parte dei contribuenti.


Il 29 ottobre 2009, infatti, nel corso della votazione al Senato, nelle competenti Commissioni, della Finanziaria 2010, la maggioranza di Governo - si legge nel testo - avrebbe votato contro gli emendamenti tesi a ripristinare il 5 per mille ed il ministro Tremonti avrebbe dichiarato che "si rimane in attesa dei fondi dello scudo fiscale per destinarli, fra l'altro, al finanziamento di questa misura".

 

Damiano Zoffoli, nel suo intervento, non ha condiviso "la scelta del Governo di far dipendere la sopravvivenza del mondo della solidarietà sociale e delle associazioni no profit dai fondi recuperati da chi, in passato, ha eluso il fisco esportando capitali nei paradisi fiscali: il consigliere ha poi ricordato che il terzo settore aspetta ancora i fondi del 5 per mille del 2008, derivanti dalle erogazioni, già versate da parte del 60% dei contribuenti, per un controvalore di oltre 500 milioni di euro". La risoluzione inoltre esprime l' auspicio di una semplificazione delle procedure di rendicontazione che spettano agli Enti beneficiari.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -