'Dico' nella finanziaria regionale, Errani: "Atto anti-discriminazione"

'Dico' nella finanziaria regionale, Errani: "Atto anti-discriminazione"

Vasco Errani-7

BOLOGNA - Cambiera' il calcolo dell'Isee, e cambiera' per favorire le famiglie numerose nell'accesso ai servizi. Questo succedera' gia' dal prossimo anno, grazie a un emendamento che sara' presentato in sede di discussione di bilancio. E a proposito di famiglie, Errani torna anche sui 'Dico', introdotti con l'articolo 42 della finanziaria regionale: "Con questo articolo abbiamo scelto di introdurre un elemento di antidiscriminazione", dice il governatore.

 

Per Errani così "si allarga la platea dei cittadini che utilizzano i servizi sociali e lo abbiamo fatto applicando una norma nazionale". Errani ribadisce ancora una volta: "Semplicemente riconosciamo anche alle diverse forme di convivenza previste dal decreto del presidente della Repubblica 223 del 1989 il diritto all'accesso ai servizi regionali". Non e', insomma, "un articolo che norma la famiglia, fatto questo che non rientra nemmeno nelle competenze di una Regione". Una precisazione per rispondere "a chi parla di incostituzionalita' della norma".

 

E sulle famiglie numerose ha annunciato il presidente della Regione, Vasco Errani, presentando giovedì pomeriggio la manovra finanziaria della Regione per il 2010. "Introduciamo un principio  importante, ci stiamo lavorando da circa un anno, per riconoscere il criterio delle famiglie numerose. Perche' e' giusto". Il meccanismo e' in via di perfezionamento, per questo trovera' spazio con un emendamento in commissione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -