Difende la figlia che rifiuta matrimonio combinato, uccisa dal marito

Difende la figlia che rifiuta matrimonio combinato, uccisa dal marito

Difende la figlia che rifiuta matrimonio combinato, uccisa dal marito

MODENA - Uccisa dal marito e dal figlio a colpi di pietra per aver difeso la figlia che ha rifiutato un matrimonio combinato. Il fatto si è consumato domenica pomeriggio nel cortile di un edificio del centro abitato di Novi di Modena, via Bigi Veles 38. La vittima è una 46enne. Alla scena hanno assistito alcuni vicini, che hanno chiamato i soccorsi. I sanitari del ‘118' hanno trasportato all'ospedale di Baggiovara la giovane "ribelle", anche lei aggredita.

 

Sembra che a colpirla, con una spranga che l'ha ridotta in gravi condizioni, sia stato il fratello di 19 anni, anche lui operaio, aiutato dal padre. Quest'ultimo, operaio di 53 anni, ha impugnato una pietra con la quale ha colpito la moglie, uccidendola. Il dramma ricorda quello di Hina Saleem, la pachistana di 21 anni che voleva vivere "in modo occidentale" e che per questo fu sgozzata il 10 agosto 2006 a Sarezzo  nel Bresciano nella casa dei genitori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -