Domenica riapre la caccia in Emilia-Romagna

Domenica riapre la caccia in Emilia-Romagna

Domenica riapre la caccia in Emilia-Romagna

Riapre domenica in Emilia-Romagna la stagione venatoria, che si concluderà tra il 31 dicembre e il 31 gennaio 2011 a seconda delle diverse specie e dei diversi territori. L'appuntamento interessa oltre 40 mila cacciatori emiliano-romagnoli ed è regolato da un calendario regionale integrato da disposizioni dettate da ogni singola Provincia. Rivolgendo un augurio a tutti i cacciatori, l'assessore regionale all'agricoltura, caccia e pesca Tiberio Rabboni ha ricordato l'importanza del rispetto scrupoloso delle regole.

 

"Presupposto questo indispensabile - ha sottolineato - per garantire la massima sicurezza a sé e agli altri, ma anche una piena compatibilità tra caccia, ambiente e agricoltura. Senza questa compatibilità la caccia non ha futuro, ne' legittimazione sociale. L'unica caccia possibile è dunque quella programmata su rigorose basi scientifiche, capace di tutelare da un lato la biodiversità e le risorse naturali e dall'altro le attività umane a partire da quelle agricole. E' la caccia che pratichiamo qui in Emilia-Romagna". 


"Ci attendiamo pertanto - conclude Rabboni -  il pieno rispetto dei calendari venatori e degli obiettivi di prelievo fissati per singola specie e per territorio. Dal loro rispetto dipende la possibilità di diminuire i danni provocati dalla fauna selvatica alle attività agricole - negli ultimi anni in significativa crescita nonostante l'importante attività volontaria di prevenzione messa in atto da una parte rilevante del mondo venatorio regionale -, all'equilibrio ecologico e alla sicurezza stradale. Condizioni oggi indispensabili per rinnovare una antica e sincera passione".

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di DINO SAURO
    DINO SAURO

    Non ucciderei mai un animale, ma non sono in tutto e per tutto contro la caccia. Andatelo a raccontare agli agricoltori ai quali cinghiali, caprioli, fagiani ecc.ecc. devastano i loro raccolti, le vigne, i frutteti...facendo perdere a volte migliaia di euro. La caccia è giusta se applicata con criterio...non vediamola un crimine in tutto e per tutto.

  • Avatar anonimo di fausto pardolesi
    fausto pardolesi

    io l'augurio lo faccio a tutti gli animali, di non farsi centrare dalle orribili armi dei loro sterminatori, di non farsi ferire, di nascondersi spaventati vicino alle case e non lontano dalle strade dove i loro assassini non possono sparare. 40.000 cacciatori in Emilia Romagna che faranno una strage degli altri animali senza motivo, senza bisogno solo per divertimento, per il gusto di ammazzare. in Spagna superando le menate sulla tradizione, la cultura storica, la passione popolare si stanno smettendo le corride, altro orrore che per "divertimento" prevede la soppressione di un'essere vivente. è tempo di ripensare anche al divertimento italico della caccia che piace a un residuale 1,5% dei cittadini italiani, e che trova evidentemente indifferenti o contrari tutti gli altri

  • Avatar anonimo di mestesso
    mestesso

    fuoco alle polveri!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -