Donne in pensione a 65 anni nella Pubblica amministrazione

Donne in pensione a 65 anni nella Pubblica amministrazione

Donne in pensione a 65 anni nella Pubblica amministrazione

In pensione a 65 anni: le donne che lavorano nella pubblica amministrazione dovranno aspettare il raggiungimento di questa età prima di poter ritirarsi dal lavoro. L'innalzamento dell'età pensionabile sarà graduale e partirà dal 2010 per arrivare, nel 2018, a 65 anni. La proposta è contenuta nella bozza del Governo inviata alla Commissione europea per l'esame. In sostanza si innalzerà l'età di un anno per ogni biennio, fino ad equipararsi a quella degli uomini.

 

La proposta del governo inviata alla Ue è intitolata "Elevazione dell'età pensionabile per le dipendenti pubbliche", e dovrebbe essere inserita via emendamento al disegno di legge comunitaria all'esame delle commissioni in Senato. 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia prima dovrà arrivare il via libero dell'Europa, che non è secondario visto che già alcuni mesi fa il nostro paese è stato condannato dalla Corte di Giustizia Europea a causa della discriminazione di trattamento tra uomini e donne nella Pubblica Amministrazione    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -