Dozza: beneficenza, dalle 'arzdore' 12mila euro

Dozza: beneficenza, dalle 'arzdore' 12mila euro

DOZZA - Il piacere della tradizione gastronomica unito alla solidarietà. E' quanto ha messo in campo anche quest'anno il Comitato Arzdore di Dozza. Come oramai avviene da anni, detratte le spese, il ricavato della Festa delle Arzdore, che ha avuto luogo ad inizio settembre nel borgo medievale, verrà devoluto in beneficenza. Si tratta complessivamente di 12 mila euro che il Comitato Arzdore di Dozza devolverà a varie realtà attive in campo sociale nel territorio. In particolare si tratta della Casa di Riposo di Dozza per l'acquisto di una carrozzina adatta agli anziani colpiti da Alzheimer; del Gruppo Folcloristico Bandistico Dozzese; dell'Ant; dell'Associazione Italiana Celiachia; dell'Associazione "Insieme per un futuro migliore", a sostegno dei bambini di Chernobyl; delle attività che don Gilberto Raffini sta portando avanti nelle favelas di Sao Bernardo, nell'ambito del progetto "Chiese sorelle" fra la diocesi imolese e quella locale; delle parrocchie di Dozza, di San Lorenzo e di Toscanella; infine dell'associazione anziani "Rambaldi" di Toscanella.

 

Questo risultato molto positivo è il frutto del grande successo della Festa delle Arzdore e testimonia il ruolo sempre più propositivo che il Comitato delle Arzdore sta assumendo. Oggi, infatti, il Comitato è una realtà ben strutturata, in grado non solo di essere protagonista nelle sagre del borgo medievale, ma anche di collaborare fattivamente con la Fondazione Dozza Città d'Arte in attività di recupero della cultura e delle tradizioni gastronomiche locali come testimoniano la pubblicazione "Dozza: le antiche ricette del Borgo" ed il nuovo documentario, sempre dedicato a questo tema, in corso di realizzazione con le scuole di Dozza ed il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Inoltre, anche quest'anno, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, il Comitato delle Arzdore è presente al Baccanale di Imola con proprie iniziative.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel tempo le Arzdore non solo hanno sviluppato appieno quel ruolo di custodi della tradizione gastronomica locale, per il quale erano nate, ma hanno assunto anche un ruolo di promozione di una cultura del ‘piacere dello stare insieme' e della solidarietà che alimenta la coesione sociale e l'identità della comunità dozzese. Per questo sono grato loro per quanto fanno e per il valore di esempio che rappresentano, in particolare verso i giovani - commenta il sindaco di Dozza, Antonio Borghi -. Non a caso, sono sempre di più anche i ragazzi e le ragazze coinvolti nelle varie manifestazioni organizzate dalle Arzdore, segno che il patrimonio di conoscenze e di valori che esse rappresentano non conoscono età".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -