Dramma al Giro, martedì l'autopsia di Weylandt

Dramma al Giro, martedì l'autopsia di Weylandt

RAPALLO - Si apre una pagina triste per il Giro dei 150 dell'Unità d'Italia. La vita di Wouter Weylandt si è spezzata lungo la discesa del Passo del Bocco, nel comune di Mezzanego. L'alfiere della Leopard è morto a causa del terribile trauma cranico e facciale dopo esser caduto ad una ventina di chilometri dal traguardo. Il suo cuore ha smesso di battere dopo una strenua lotta durante la quale i medici della corsa rosa hanno fatto il tutto per tutto per salvarlo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il professor Giovanni Tredici ha spiegato che Weylandt era già in stato di incoscienza quando i medici lo hanno assistito. "Le condizioni erano già disperate quando siamo intervenuti - ha spiegato -. Abbiamo provato per 40 minuti a rianimarlo, ma nonostante questo non c'è stato nulla da fare". Martedì sará eseguita all'ospedale di Lavagna (Genova) l'autopsia. La procura di Chiavari ha dato l'incarico al medico legale Armando Mannucci della Asl 4 chiavarese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -