Dramma Tomizawa, continuano le indagini della Procura di Rimini

Dramma Tomizawa, continuano le indagini della Procura di Rimini

Dramma Tomizawa, continuano le indagini della Procura di Rimini

RIMINI - Continua l'inchiesta della Procura di Rimini che vuole far luce sulla tragica morte del pilota giapponese Shoya Tomizawa avvenuta il 5 settembre scorso durante il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini classe Moto2 a Misano. Il sospetto degli inquirenti è che il cuore della vittima si sia spento durante il tragitto in ambulanza verso l'ospedale "Ceccarini" di Riccione, e non dopo essere giunto nel nosocomio. L'ora del decesso è fissata alle 14.19.

 

La sensazione è che la morte di Tomizawa sia giunta prima dell'orario ufficiale comunicato dagli organizzatori della gara. Questo per evitare l'interruzione della gara di Moto2. Il direttore della commissione medica della federazione internazionale di motociclismo (Fim), Hans-Robert Kreutz, critica l'operato dei soccorsi secondo il quale non sarebbero stati fatti secondo le regole previste e la corsa sarebbe dovuta essere interrotta.

 

Kreutz ha comunque confermato che analizzato il video dell'incidente si è compreso come Tomizawa non poteva esser salvato alla luce della gravità delle ferite riportate. Mercoledì la salma del pilota sarà tumulata nella sua città natale di Asahi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -