Dramma Tomizawa, la Procura di Rimini apre un'inchiesta

Dramma Tomizawa, la Procura di Rimini apre un'inchiesta

Il drammatico momento dell'impatto costato la vita a Shoya Tomizawa

MISANO (Rimini) - A 24 ore dalla tragedia al ‘Misano World Circuit' costata la vita al giapponese di Shoya Tomizawa, il pm della Repubblica di Rimini, Paolo Giovagnoni, ha aperto un'inchiesta sulla morte del giovane pilota, 20 anni il prossimo 10 dicembre, valutando l'ipotesi di reato formulare a carico di ignoti, presumibilmente omicidio colposo. Lunedì è stata eseguita l'ispezione esterna del corpo di Tomizawa. Il magistrato disporrà a breve l'autopsia.

 

>LE IMMAGINI DEL TERRIBILE INCIDENTE


Si vuole chiarire innanzitutto se abbia avuto conseguenze sul decesso del pilota la sua caduta dalla lettiga dei soccorritori, avvenuta proprio perchè uno di loro era inciampato nella ghiaia a bordo pista. Inoltre attraverso la testimonianza dei responsabili della pista, della Dorna stessi si vuole chiarire se la macchina dei soccorsi si è mossa tempestivamente e se i mezzi in dotazione fossero adeguati. Sul luogo della tragedia anche la Polizia Stradale per gli accertamenti del caso.

 

Il dramma si è consumato quando mancavano quindici giri al termine della gara Moto2. Tomizawa, completando un lungo curvone veloce, a circa 250 km/h, ha perso il controllo della sua moto Suter, venendo travolto da chi lo seguiva. I più immediati inseguitori del giapponese erano Alex De Angelis e Scott Redding. Il sammarinese ha cercato disperatamente di evitare il nipponico, ma la sua moto l'ha colpito al torace. Il secondo l'ha centrato all'addome.

 

Subito sono entrati in pista i soccorritori, mentre la direzione gara ha deciso di non esporre la bandiera rossa. Rianimato sul posto, al di là del muretto, Tomizawa è stato trasportato al medical center della pista. Quindi il trasporto in ambulanza all'ospedale ‘Ceccarini', dove il suo cuore si è spento per sempre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -