Drammatico bilancio del gelo in Romagna: sei morti

Drammatico bilancio del gelo in Romagna: sei morti

Drammatico bilancio del gelo in Romagna: sei morti

FORLI' - I due giorni di freddo, neve e soprattutto gelo che si sono abbattuti sulla Romagna hanno causato ben sei morti: due in incidenti stradali e sul lavoro, e gli altri per assideramento o malori connessi alle bassissime temperature. E' il "bollettino di guerra" con cui si è chiusa l'emergenza, al rialzo delle temperature. Primo morto, nella notte tra lunedì e martedì in autostrada nel tratto di Imola: è deceduta una ragazza di 25 anni e altre 16 persone ferite.

 

Lo schianto ha coinvolto principalmente due camion e ha comportato la chiusura dell'autostrada. Alle 8,15 di martedì, all'inceneritore di Forlì il secondo lutto per motivi traumatici: un camionista di 55 anni è morto nell'atto di scaricare i rifiuti in una vasca di preselezione. A quanto pare l'immondizia si è congelata in un unico blocco e all'atto dello scaricare ha sbilanciato il peso del camion, che si è impennato repentinamente ed è finito nella vasca, portandosi con sé il conducente.

 

Sempre a Forlì un morto a causa di una scivolata fatale, quella di un anziano nel suo cortile di casa a Roncadello. Il 78enne nella scivolata ha battuto la testa ed è morto sul colpo. Un'anziana di 80 anni in via Mazzatinti, sempre a Forlì, è stata trovata priva di vita nel giardino di casa sua, probabilmente colpita da malore. Nella provincia di Forlì-Cesena si segnalano almeno 400 feriti per le cadute: 300 accessi martedì al Morgagni-Pierantoni di Forlì, altri 100 al Bufalini di Cesena.

 

A Ravenna un'anziana di 76 anni è morta per assideramento perché rimasta chiusa fuori di casa. In questo caso, l'anziana donna, affetta da una grave forma di demenza senile, era uscita come di consueto all'alba per fare un giro a piedi, ma in questo caso la signora si è dimenticata le chiavi di casa ed è rimasta bloccata fuori dalla propria abitazione.

 

Un malore per un altro morto in strada a Taverna di Montecolombo (Rimini). L'uomo, 36 anni, ha accusato un malore che gli ha fatto perdere i sensi. Quindi è scivolato su un marciapiede perdendo così la vita. La vittima, a quanto pare aveva problemi di alcol e di lui si occupavano i servizi sociali. Non si esclude che proprio l'alcolismo abbia debilitato il suo fisico contribuendo al decesso, dove il freddo ha agito in questo caso da concausa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -