Droga, alcol e alta velocità: torna la ''gioventù bruciata''

Droga, alcol e alta velocità: torna la ''gioventù bruciata''

FORLI’ - Giovani di oggi: generazione a rischio? Sono 900 gli studenti, tra i 16 ed i 19 anni intervistati. I risultati più preoccupanti riguardano l’uso di droghe leggere, dichiarato dal 20% dei ragazzi, ma, anche se concerne solo un 3% degli intervistati, fa ancor più paura il ricorso a quelle pesanti. Un’altissima percentuale di ragazzi (65,5%) dichiara il consumo regolare di alcolici e superalcolici e il 45,5% ammette di superare i limiti di velocità.


L’indagine è stata curata da Teche e Provincia di Forlì-Cesena, sostenuta dal progetto comunitario “Equal Pegaso” e proposta ad un campione di ragazzi del Liceo Scientifico, dell’Itc “Matteucci” e dell’Istituto professionale “Ruffilli”.


“La percezione dell’immigrazione da parte di questi ragazzi – spiega la ricercatrice Lisa Di Paolo – evidenzia l’influenza che i mass media esercitano su questa generazione” . Il 52% dei ragazzi crede che gli immigrati tolgano lavoro ai cittadini ed il 59,8% ne considera la maggior parte delinquenti.


Ma tornando ai ‘reati’ di cui si macchia la fascia post-adolescenziale della società forlivese, il 15% degli intervistati confessa di aver danneggiato luoghi pubblici ed il 13% di aver compiuto piccoli furti. C’è anche un corposo 66,3% di giovani che ammette di scaricare abusivamente da internet musica e film, ma come comportamento illegale, forse non è da paragonare ai precedenti.


Quello che salta agli occhi è la confusione tra legalità ed illegalità che caratterizza questi ragazzi: l’83% infatti ritiene giusto rispettare le leggi ed il 63% considera la criminalità un problema grave. Dunque? Cosa spinge poi a comportamenti che escono completamente dalla fascia della legalità?


Oltre ai ‘peccati’ sono stati censiti anche gli abusi subiti: il 12,5% degli intervistati dichiara di aver subito furti, il 3,8% truffe. Con questi ultimi dati lo scenario assume un taglio personale: il 3,4% degli studenti confida di avere subito percosse e l’1,9% addirittura molestie o violenze di natura sessuale.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -