Droga e peculato, 14 anni al generale Ganzer

Droga e peculato, 14 anni al generale Ganzer

Droga e peculato, 14 anni al generale Ganzer

MILANO - Quattordici anni di reclusione. E' questa la pesantissima condanna inflitta all'attuale comandante del Raggruppamento operativo speciale (Ros) dei Carabinieri, Giampaolo Ganzer, dai giudici dell'ottava sezione penale del tribunale di Milano presieduta da Luigi Capazzo, nell'ambito del processo su presunte irregolarità in operazioni antidroga condotte negli anni '90 da un piccolo gruppo all'interno del reparto speciale dell'Arma. Il pm Luisa Zanetti aveva chiesto 27 anni.

 

Ganzer è stato condannato per "aver costituito un'associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, al peculato, al falso e ad altri reati, alfine di fare una carriera rapida". La complessa vicenda giudiziaria fa riferimento a fatti avvenuti tra il 1990 e il 1997, ed era iniziata a Brescia. Poi era stata trasferita a Milano per la presenza tra gli indagati del magistrato Mario Conte (processato da solo e a parte), quindi a Bologna.

 

Infine la Cassazione l'ha assegnata al capoluogo lombardo quando erano scaduti tutti i termini per gli accertamenti. "Le sentenze non si possono che rispettare. Aspettiamo le motivazioni", ha commentato Ganzer dopo la sua condanna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -