Duro colpo allo spaccio di hashish in Riviera, i Carabinieri fanno '13'

Duro colpo allo spaccio di hashish in Riviera, i Carabinieri fanno '13'

Duro colpo allo spaccio di hashish in Riviera, i Carabinieri fanno '13'

RIMINI - Duro colpo allo spaccio di hashish in Riviera. I Carabinieri della Compagnia di Rimini, supportati da un elicottero del 13° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Forlì, da due unità del Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna, hanno concluso un'importante operazione antidroga con l'esecuzione di tredici ordinanze di custodia cautelare richieste dal pm Davide Ercolani e firmate dal gip Di Rienzo, eseguite nelle province di Rimini, Ravenna, Forlì-Cesena e Pesaro-Urbino.

 

Le manette sono scattate per D.B.M., riminese di 47 anni residente a Ferrara, S.D., 47enne di Altamura (Bari), P.G., forlivese di 59 anni, O.M., riminese di 37 anni, D.L., pescarese di 46 anni e residente a Sassofeltrio (Pesaro Urbino) e Z.I, napoletano di 39 anni residente a Verucchio. Si sono aperte le porte del carcere anche per due tunisini di 41 e 29 anni, domiciliati rispettivamente a Rimini e San Leo, e quattro marocchini: si tratta di due operai di 28 e 29 anni residenti a Verucchio, un 24enne domiciliato a Misano ed un 30enne attualmente in carcere a Rimini.

 

L'operazione, denominata "Gallo Nero", cambiando il nome di un esercizio commerciale nel cui parcheggio erano state documentate le prime attività di spaccio, ha consentito di disarticolare un gruppo di sei italiani che spacciavano rilevanti quantitativi di droga ad un numero considerevole di assuntori della riviera romagnola. A coordinarli il 47enne D.B.M., il quale prediligeva come luogo di incontro con i suoi "clienti" le aree di sosta antistanti i centri commerciali ed i ristoranti dell'area nord della città di Rimini.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due tunisini ed i 4 marocchini "frazionavano" le forniture, composte da panetti di hashish del peso di 250 grammi, in lotti da 500 a 1.000 grammi, ceduti esclusivamente ai predetti, considerati soggetti di loro fiducia, per l'ulteriore illecita diffusione. Le indagini, che si sono protratte per circa dieci mesi (dal marzo 2009 al gennaio 2010), hanno permesso di documentare oltre 150 attività di spaccio, arrestare 8 persone in flagranza di reato e sequestrare circa 5 chili di hashish e 10 grammi di eroina. Gli arrestati si trovano nelle carceri di Rimini, Pesaro, Forlì, Ferrara e Ravenna a disposizione della magistratura.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -