E45, nuovo capitolo. Bartolini (PdL): "Mancano le barriere anti-rumore"

E45, nuovo capitolo. Bartolini (PdL): "Mancano le barriere anti-rumore"

E45, nuovo capitolo. Bartolini (PdL): "Mancano le barriere anti-rumore"

BAGNO DI ROMAGNA - Ancora E45, ancora Luca Bartolini. Il capogruppo di An-PdL ha sollevato nuovamente il caso E45 in Regione. Bartolini lamenta la mancata installazione di barriere fonoassorbenti lungo tutto il tratto del centro urbano di San Piero in Bagno, nel comune di Bagno di Romagna, interessato dai lavori di adeguamento della superstrada. "Le barriere sono state messe nei viadotti distanti dalle abitazioni, ma non a ridosso delle case. Una logica incomprensibile".

 

Il consigliere riferisce che l'obbligo di "realizzazione delle opere di mitigazione dell'impatto acustico nel tratto urbano di S.Piero in Bagno, in quanto totalmente interessato da funzioni residenziali," era stato prescritto all'Anas "con delibere e atti amministrativi in accordo tra gli enti competenti". Tuttavia - sottolinea il consigliere - l'Anas non avrebbe ottemperato alle prescrizioni a suo tempo impartite e, secondo "una logica incomprensibile", avrebbe invece deciso di installare le barriere fonoassorbenti soltanto in alcuni tratti del lotto in corso d'opera, ad esempio su viadotti "distanti decine di metri dalle abitazioni", ma non a ridosso di case "di fatto attaccate all'arteria".

 

Bartolini vuole pertanto sapere dalla Giunta regionale se è a conoscenza "del mancato rispetto da parte dell'Anas di quanto "a suo tempo perfezionato nel procedimento di intesa Stato-Regione" relativamente all'obbligo di installare pannelli fonoassorbenti per tutto il centro abitato di S.Pietro in Bagno "e non solo per i tratti molto circoscritti".

 

Per non protrarre "una situazione di evidente disparità di trattamento tra cittadini che, contrariamente ad altri, sono stati esclusi dall'installazione delle barriere fonoassorbenti", il consigliere sollecita poi la Regione ad intervenire presso l'Anas la quale, non avendo ancora ultimato i lavori del progetto, "potrebbe ancora completare" la messa in opera delle barriere stesse.

 

Da ultimo l'esponente di an-pdl chiede all'esecutivo regionale un giudizio sul fatto che "il comune di Bagno di Romagna non abbia preteso, prima dell'inizio dei lavori, il rispetto da parte di Anas delle prescrizioni impartite nel 1999 in sede di assenso al progetto facendo valere la propria posizione espressa in sede di Consiglio comunale. Tanto più che trattasi di disposizioni - sottolinea Bartolini - dettate da ragioni di sicurezza, di tutela della salute e di attenzione alla qualità della vita dei cittadini tutti, nessuno escluso a parità di condizioni"

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di jeeg
    jeeg

    Ma caro Luca Bartolini, capogruppo di An-PdL, mi sa che è un pezzo che non guidi la tua auto su questo pezzo di strada.....non mancano solo le barriere fono-assorbenti, ma soprattutto pezzi interi di asfalto...ma per essere del pdl ci vuole un gene particolare?Perchè?Perchè i discorsi sono sempre gli stessi e molto spesso inutili

  • Avatar anonimo di steno
    steno

    Anche tutta la zona del forlivese manca di barriere antirumore sui tratti dell'A14. Bisognerebbe provvedere, anche perchè nel cesenate sono già state piazzate praticamente su tutti i tratti interessati. I cittadini dovranno aspettare fino al 2020 come spesso dichiarato dalla società autostrade?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -