E' italiana la prima mano bionica comandata dal cervello

E' italiana la prima mano bionica comandata dal cervello

PISA - Aveva subito l'amputazione fino a metà avambraccio dopo un grave incidente stradale. Ma dal 20 novembre dello scorso anno un giovane italo-brasiliano di 26 anni usufruisce di una mano bionica, controllata direttamente dal cervello, realizzata dalla Scuola Sant'Anna di Pisa nell'ambito del progetto 'LifeHand'. L'intervento venne eseguito da tre chirurghi, due anestesisti, tre neurologi e quattro bioingegneri nel Campus Biomedico di Roma.

 

Dopo diversi mesi di adattamento, gli elettrodi sono stati inseriti all'interno delle fibre nervose. La mano, dal peso di circa due chili, è composta da dita di alluminio ed è direttamente controllata dal sistema nervoso del paziente grazie a quattro elettrodi realizzati dall'azienda tedesca Ibmt e impiantati nei nervi mediano e ulnare.

 

In questo modo è possibile controllare il movimento dell'arto, ma anche ricevere stimoli sensoriali. I movimenti sono in acciaio, mentre il palmo e la copertura sono in fibra di carbonio. I ricercatori confidano nel ripetere l'esperimento con altri pazienti per confermare l'efficacia del sistema.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -