E' mattanza negli incidenti con trattori agricoli, 38 incidenti nel 2010 in Emilia Romagna

E' mattanza negli incidenti con trattori agricoli, 38 incidenti nel 2010 in Emilia Romagna

E' mattanza negli incidenti con trattori agricoli, 38 incidenti nel 2010 in Emilia Romagna

Quello degli incidenti ai trattori agricoli è l'ultimo nato fra gli Osservatori il Centauro-Asaps. Realizzato nel maggio del 2009, in soli otto mesi pose in evidenza dati interessanti e preoccupanti: 211 incidenti che causarono 127 vittime e 113 feriti. I numeri del  2010 rilevano una situazione ancor più critica. Nelle campagne italiane è mattanza. Fra le regioni al primo posto in assoluto l'Emilia Romagna con 38 incidenti agricoli. Segue la Toscana con 31.

 

Al terzo posto c'è a Lombardia con 28 davanti al Veneto con 24. Ogni due giorni, spiega l'Asaps, si muore in un incidente con trattori. In pratica le morti verdi sono ormai più della metà delle morti per incidenti in autostrada (350 vittime nel 2009 secondo Istat). Nell'anno che si è appena concluso sono stati 338 gli incidenti con  coinvolti mezzi agricoli, monitorati dall'Osservatorio, che hanno causato 176 decessi e 221 feriti.

 

"Sappiamo che 244 dei 338 casi, 72,2%, sono avvenuti nell'area agricola (campi, frutteti, boschi ecc.) e 94 su strada - ha affermato il presidente Giordano Biserni -. Per altro non abbiamo neppure la pretesa di avere monitorato tutti gli episodi avendoli ricavati dalla stampa nazionale e dalle segnalazioni dei 600 referenti Asaps sparsi sul territorio italiano, sicuramente però sono compresi i più gravi".

 

"Fra le 176 morti verdi si contano 147 vittime fra i  conducenti dei trattori, 5 erano i trasportati - continua Biserni -. Sono stati invece 24 i decessi fra i terzi coinvolti, conducenti o occupanti di altri veicoli. Fra i 221 feriti i conducenti di trattori sono 121, i trasportati 12 e i terzi coinvolti 88. In 105 incidenti agricoli  su 338 i coinvolti erano anziani over 65, pari al 31,1%. In 2 casi il conducente era ebbro.  Gli stranieri coinvolti sono stati 23 pari al 6,8%".

 

"La localizzazione geografica ci dice che 141 sinistri, pari al 41,7%, si sono verificati al nord, 90 al centro Italia, 26,6% e 107 al sud, 31,6% - ha continuato nella sua analisi il presidente di Asaps -. Fra le regioni al primo posto in assoluto l'Emilia Romagna con 38 incidenti agricoli, seguono la Toscana con 31, la Lombardia con 28 e il Veneto con 24. Nella parte bassa di questa classifica il Friuli Venezia Giulia con un solo incidente, il Molise con 2 e la Valle d'Aosta con 3. Purtroppo non è possibile fare un raffronto esatto con il 2009 proprio perché l'osservatorio è stato istituito nel maggio di quell'anno".

 

"I dati registrati hanno stupito, ancora una volta, per primi gli osservatori de il Centauro - Asaps - ha sottolineato Biserni -. Pur tenendo conto che il maggior numero di incidenti in campagna si è verificato nei mesi estivi caratterizzati da una intensa attività agricola, il dato rimane complessivamente molto preoccupante. Lo ripetiamo, i nostri agricoltori già al limite nei margini di guadagno, non possono rischiare la vita in questo modo. Vanno ricercati i motivi di questo assurdo tragico risultato che pesa enormemente sulla nostra agricoltura e vanno anche adottate efficaci misure di protezione per invertire questo assurdo trend". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -