E' scattato il piano anti-caldo dell'Ausl

E' scattato il piano anti-caldo dell'Ausl

FORLI’ - I meteorologi prevedono per i prossimi anni periodi estivi caratterizzati da temperature elevate e da ondate improvvise di calore. Questi fenomeni possono avere ricadute sulla salute delle persone.


“In applicazione delle indicazioni regionali, presso il Programma dell’Integrazione Sociale e Sanitaria dell’A.USL di Forlì è stato istituito il “Coordinamento Territoriale” che coordina la rete dei servizi e delle azioni per far fronte a tale fenomeno – spiega Galeazzo Garavini, responsabile del Programma presso il Distretto dell’Ausl di Forlì – Sono parte integrante della rete il Comune di Forlì, il Dipartimento di Sanità Pubblica, la Direzione Sanitaria Ospedaliera, il Dipartimento di Cure Primarie con relativi Medici di medicina generale, oltre alla Protezione Civile e varie Associazioni di Volontariato. Il Coordinamento Territoriale è punto di arrivo dei Bollettini quotidiani delle Previsioni e punto di partenza del sistema di Allerta. Tutto questo è possibile solo in presenza di un vero e proprio Piano della Comunicazione che contempli in modo corretto e coordinato tutti i passaggi necessari per l'avvio degli interventi. La campagna di comunicazione è efficace quale misura di prevenzione solo se inizia nel momento di non emergenza. Per questo motivo, in previsione dell’arrivo delle ondate di caldo, l'A.USL di Forlì ha provveduto ad allertare i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta, nonché altre Istituzioni presenti sul territorio quali Protezione Civile e Circoscrizioni. Contattati inoltre i Vigili del Fuoco, che hanno dichiarato disponibilità anche di spazi attrezzati per l’accoglienza.Il Piano Comunicazione ruota attorno alle Procedure di gestione dei quotidiani bollettini di allerta dell'ARPA. Il Coordinamento Territoriale informa il Gruppo Operativo circa le informazioni di allerta da inviare ai servizi sociali dei comuni interessati, ai servizi sanitari del distretto A.USL, alla rete delle strutture assistenziali, alla rete del volontariato sociale, alle strutture delle emergenze (Pronto Soccorso e 118).


Inoltre è stato già previsto di:

- Rinforzare la rete di assistenza domiciliare distrettuale. In collaborazione con il Servizio Infermieristico dell’A.USL di Forlì si è progettato un piano di rinforzo del personale a supporto dell’assistenza domiciliare;

- Avviare i protocolli di monitoraggio estivo e di verifica del condizionamento nelle Case Protette e Centri Diurni, con completamento della dotazione di impianti per il “raffrescamento”;

- Monitorare settimanalmente gli accessi al Pronto Soccorso per bambini ed anziani, a cura del Presidio Ospedaliero dell’A.USL per la valutazione in progresso dell’andamento dei ricoveri e dell’eventuale connessione con gli eventi climatici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Gruppo Operativo ha predisposto materiale informativo costituito dall’opuscolo “Difendersi dal caldo – estate 2007” e da manifesti che saranno capillarmente diffusi nel territorio aziendale, con particolare riferimento ai luoghi, strutture e servizi abitualmente frequentati da anziani. Tali opuscoli contengono indicazioni e consigli per sopportare il caldo.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -