Eccidi nazisti, condanna definitiva per Heinrich Nordhorn

Eccidi nazisti, condanna definitiva per Heinrich Nordhorn

Eccidi nazisti, condanna definitiva per Heinrich Nordhorn

La Cassazione conferma l'ergastolo per Heinrich Nordhorn, il "boia" di San Tome' e Branzolino, le due frazioni forlivesi in cui nell'agosto e settembre del 1944 vennero trucidate dieci persone come rappresaglia per l'uccisione, in due momenti diversi, di un soldato tedesco e il ferimento di un altro. Per lui era stato chiesto l'annullamento della pena, poi però la sentenza della Cassazione ha confermato la pena (che diventa definitiva) nei confronti dell'ex tenente nazista 89enne.


Nordhorn, 89 anni, che vive liberamente in Germania dove è diventato un imprenditore edile di successo nella citta' tedesca di Greven, non era presente in aula, come d'altra parte e' sempre stato dall'inizio del processo e in tutti i gradi di giudizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Ora che la sentenza è definitiva, sarà comunque difficile riuscire ad ottenere l'estradizione dell'uomo responsabile degli eccidi di Branzolino e San Tomè, così come difficile sarà la strada per ottenere i risarcimenti civili. Molto dipenderà dai rapporti che si instaureranno tra gli organi giudiziari italiani e tedeschi. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -