Economia, a Rimini l'industria rallenta crescita e produzione

Economia, a Rimini l'industria rallenta crescita e produzione

Economia, a Rimini l'industria rallenta crescita e produzione

Una crescita più contenuta rispetto al passato, soprattutto per le piccole e medie imprese, con segnali di arretramento anche nella produzione.  Si presenta così la situazione economica della provincia di Rimini secondo l'Indagine Congiunturale effettuata dall'Ufficio Economico di Confindustria Rimini e relativa alla situazione del primo semestre 2008 e alla previsioni per il secondo semestre 2008. Il fatturato totale è cresciuto del 5,40%, trascinato dal mercato nazionale.

 

Le previsioni, essendo state rilevate prima dell'inasprirsi della crisi, rappresentano in maniera meno pessimista l'evolversi della congiuntura che però ora mostra preoccupanti segnali di aggravamento per quanto riguarda la diminuzione degli ordini e del fatturato e la crescita della cassa integrazione.

 

L'estero fatica sempre più a compensare la contrazione della domanda interna e le medie imprese sono quelle con performance peggiori. Le aziende di grandi dimensioni sopportano meglio questa difficile fase economica.

 

Dall'indagine emerge che il fatturato totale, rilevato a prezzi correnti, nel primo semestre 2008 è aumentato del 5,40% rispetto al primo semestre 2007.

Contrariamente alla precedente rilevazione, l'incremento del fatturato complessivo del settore manifatturiero, è determinato soprattutto dalla crescita del fatturato interno (+6,40%), contro un più modesto + 3,3% del fatturato estero.

 

Per quanto riguarda le dimensioni delle imprese, sono quelle oltre 250 dipendenti ad evidenziare la crescita maggiore (+6,70%). Le aziende con meno di 50 addetti segnano comunque un aumento del fatturato totale del +2,50%, mentre quelle fra 51 e 250 addetti registrano una situazione del fatturato praticamente stabile (+0,4%).

Diversamente dalle precedenti rilevazioni, il fatturato estero aumenta meno del fatturato interno nelle grandi aziende e addirittura è in diminuzione nelle piccole e medie imprese. 

Il grado di internazionalizzazione delle imprese, inteso come percentuale di fatturato estero sul totale, si attesta in media al 52,60% con una percentuale crescente all'aumento delle dimensioni dell'azienda: rispettivamente 29,10% fino a 50 addetti, 56,90% da 51 a 250 addetti e 57,10% oltre 250 addetti.

 

Gli andamenti riferiti alla produzione segnano un incremento, nel primo semestre 2008, del 2,00% rispetto allo stesso semestre dell'anno precedente. Aumento generato solo dalle grandi imprese (+5,60%). Le piccole e medie presentano dati in diminuzione (-0,4% aziende fino a 50 addetti e -2,7% aziende fra 51 e 250 addetti).

 

L'occupazione registra un incremento del 1,10%. Anche in questo caso le aziende con più di 250 dipendenti registrano l'incremento maggiore (+2,1%). Le medie imprese denotano un calo dell'1,2% e le imprese fino a 50 addetti una situazione pressoché invariata (+0,4%).

 

Per quel che riguarda gli ordini, il 38,32% delle imprese campione ha segnato un aumento, mentre per il 27,10% sono in diminuzione.  Percentuale simili, leggermente migliori, per gli ordini esteri in aumento per il 38,36% delle imprese e in diminuzione per il 17,81%.

 

Sostanzialmente in linea con le precedenti rilevazioni il dato delle giacenze.  Aumentano, infatti, per il 27,37% del campione e sono stabili per il 60%.

 

Il costo delle materie prime è aumentato per l'82,65% delle imprese e solo il 3,06% delle aziende l'ha visto in diminuzione (nessuna azienda oltre i 250 addetti).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quel che riguarda la difficoltà nel reperimento del personale il 67,27% delle aziende la considera media/elevata (percentuale in diminuzione rispetto alla precedente rilevazione).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -