Economia: investire all'estero, convegno di Unioncamere

Economia: investire all'estero, convegno di Unioncamere

BOLOGNA - Venerdì 23 maggio 2008 nella sala convegni di Unioncamere Emilia-Romagna, in viale Aldo Moro 62 si svolgerà l'incontro "Propensione all'internazionalizzazione: un semplice test che aiuta le imprese". Rappresentanti regionali, di Unioncamere Emilia-Romagna e del mondo universitario si danno appuntamento per fare il punto su politiche locali, prodotti e servizi a supporto dell'internazionalizzazione delle imprese in vista di Basilea 2. Testimonianze di imprenditori arricchiscono l'incontro organizzato da Confidi Emilia-Romagna Servizi.

 

"In un mondo sempre più globale - dice Elio Bagnari, presidente di Confidi Servizi - per le piccole e medie imprese italiane l'internazionalizzazione diventa, più che una risorsa, una necessità. Le nostre imprese oggi, a seguito di numerosi cambiamenti di carattere politico, economico e normativo, si trovano pienamente esposte alla concorrenza internazionale".

 

Secondo dati dell' ICE (Istituto nazionale per il commercio con l'estero) dal 1998 l'apertura internazionale delle imprese italiane è andata crescendo. "L'internazionalizzazione produttiva -aggiunge Bagnari -ha raggiunto nel corso degli ultimi anni dimensioni rilevanti per l'Italia, anche se, confrontando i numeri con quelli registrati dai Paesi dell'Ue, emerge che esistono ancora margini di miglioramento del grado di penetrazione dei mercati esteri da parte delle nostre imprese".

 

AICIB (Associazione Italiana Corporate & Investment Banking - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) ha predisposto un test sull'internazionalizzazione delle imprese, disponibile gratuitamente online sul sito www.analisiaziendale.it grazie alla collaborazione con Confidi Emilia Romagna Servizi srl, società costituita dai consorzi fidi della regione Cofiter, CoopE.R. Fidi e Fidindustria. Il test vuole definire quanto l'impresa è informata sul tema dell'internazionalizzazione, con particolare riferimento ai prodotti, ai servizi ed ai soggetti preposti al supporto di tali iniziative. Questo perché si ritiene che la piccola e media impresa possa sfruttare appieno le opportunità offerte dall'internazionalizzazione rivolgendosi ad un soggetto competente (sia esso la Camera di Commercio, la banca, o il proprio consulente di fiducia) che la "accompagni" nelle diverse fasi di predisposizione e realizzazione del progetto.

 

"Come per tutte le autovalutazioni -conclude Bagnari- è importante che la stima della propria posizione sia effettuata direttamente dalle imprese ancora prima che dai propri consulenti, perché questa autovalutazione può consentire una dialettica molto più efficace e collaborativa con tutti gli stakeholders".

 

Per effettuare il test è sufficiente registrarsi (gratuitamente) sul sito www.analisiaziendale.it, accedere all'area riservata e personale e cliccare sul link "Test sulla propensione all'internazionalizzazione" e seguire le indicazioni fino al risultato finale riassunto anche da un'immagine che riproduce un semaforo di diverso colore (rosso, giallo o verde).

 

Per informazioni sul convegno e sul test: Confidi Emilia-Romagna Servizi Tel. 051 6377084 mailto:servizi@consorzifidi.it La partecipazione e' gratuita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -