Economia: l'Emilia-Romagna si scopre poco innovativa

Economia: l'Emilia-Romagna si scopre poco innovativa

Economia: l'Emilia-Romagna si scopre poco innovativa

L'Emilia-Romagna si scopre poco concreta sull'innovazione. La nostra regione, tra le prime in Europa per qualità della vita, si colloca a sorpresa solo all'81° posto per innovazione tra le 208 regioni europee considerate. La classifica è determinata in base ad una serie di indicatori. L'Emilia-Romagna eccelle per quantità di brevetti e attività manifatturiere a media tecnologia. Ma sprofondiamo quando si parla di addetti in attività di ricerca scientifica e tecnologica.

Meglio dell'Emilia-Romagna in Italia fanno il Lazio, 44^, la Lombardia, 71^, e il Piemonte, 73^. Pare esserci un problema di efficacia degli investimenti sull'innovazione, se si osserva che escludendo il Lazio, dove hanno sede numerosi centri di ricerca nazionali, la spesa pubblica in ricerca e sviluppo in Emilia-Romagna e' piu' alta rispetto a quella delle regioni italiane che la precedono (0,062 sul Pil).

Piu' bassa, invece, la percentuale della spesa privata (0,049 contro, per esempio, lo 0,095 del Piemonte e lo 0,071 della Lombardia).  Il direttore della Banca d'Italia di Bologna, Roberto Marchetti, invita a non "drammatizzare" questi indicatori, anche in virtù del fatto che "molta attivita' di ricerca non viene censita".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -