ECONOMIA - Ricerca, alleanza tra Emilia-Romagna e Singapore

ECONOMIA - Ricerca, alleanza tra Emilia-Romagna e Singapore

BOLOGNA - Emilia-Romagna partner di Singapore per la ricerca industriale. E´ stato siglato a Bologna, nel corso di un incontro con i rappresentanti della Regione, un accordo di collaborazione nel campo della ricerca industriale.


Il senior minister singaporeano Goh Chok Tong - accompagnato dal ministro per l´educazione Gan Kim Yong - che si trovava in Italia per una visita di Stato nel corso della quale ha incontrato il presidente del Consiglio Romano Prodi e il ministro degli Esteri Massimo D´Alema, ha voluto infatti fare tappa a Bologna per siglare questo accordo che fa seguito alla missione dell´Emilia-Romagna nella città Stato di Singapore dello scorso ottobre.


In pratica, il memorandum d´intesa tra la Regione Emilia-Romagna e il Ministero del Commercio e dell´Industria della Repubblica di Singapore punta a sviluppare un vero e proprio progetto di collaborazione nel campo della ricerca industriale tra i laboratori e i centri della "rete regionale di alta tecnologia", attivi in particolare nel campo della meccatronica, e le importanti e avanzate realtà di ricerca sviluppatesi a Singapore, tra i leader mondiali della produzione di microchip elettronici.


La firma dell´accordo siglato dall´ambasciatore in Italia di Singapore Loo Choon Yong e dall´assessore alle Attività produttive Duccio Campagnoli, alla presenza del senior minister Goh Chok Tong e del presidente Vasco Errani, fa seguito, come detto, alla missione nella città Stato di Singapore guidata alla fine di ottobre dall´assessore, dal vice presidente di Confindustria Emilia-Romagna Mario Riciputi e dal presidente di Aster e della Fondazione Guglielmo Marconi Gabriele Falciasecca.
"A Singapore c´è un pezzo di futuro del mondo", ha sottolineato il presidente della Regione Vasco Errani nel corso dell´incontro. "Vogliamo esserci per essere presenti in uno dei grandi mercati emergenti. L´accordo appena firmato - ha aggiunto Errani - mi auguro possa rappresentare un fondamentale passo sulla strada di una proficua e importante cooperazione".


Mario Riciputi ha affermato che "le imprese della regione hanno due grandi sfide: l´internazionalizzazione e l´innalzamento del valore aggiunto dei prodotti e dei processi. Non possiamo farlo da soli, ma attraverso una rete di rapporti tra imprese, istituzioni e territorio. Vogliamo quindi condividere con Singapore la conoscenza dei sistemi produttivi, della ricerca e dell´innovazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Il senior minister Goh Chok Tong ha parlato della regione Emilia-Romagna come di un "partner privilegiato per Singapore" e della volontà di "forgiare relazioni più strette a tre livelli: politico, economico e culturale".
Il memorandum pone le basi per lo sviluppo di un programma di cooperazione che partirà già dal prossimo anno, con una visita di una delegazione di imprenditori singaporeani. "Questo accordo - ha sottolineato Duccio Campagnoli - testimonia il valore dei laboratori dell´Emilia-Romagna, che ha trovato a Singapore, leader mondiale in produzioni avanzate come la microelettronica, un partner che trova interessante lavorare con noi".
Erano presenti all´incontro, tra gli altri, l´ambasciatore italiano a Singapore Folco De Luca Gabrielli, il presidente di Aster Falciasecca e una delegazione di imprenditori dell´Emilia-Romagna, tra i quali Sergio Sassi (Emilceramica) e Vilmo Ferioli (presidente Vm Motori), entrambi della Presidenza di Confindustria regionale, Emilio Benati (presidente club della Meccatronica) e Alfonso Panzani (presidente di Assopiastrelle).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -