Edilizia, il boom è finito: calano compravendite e mutui

Edilizia, il boom è finito: calano compravendite e mutui

Il ‘ballo del mattone’ è arrivato all’ultima nota. Anche in Emilia-Romagna il settore immobiliare segna una brusca frenata rispetto al trend di crescita costante registrato negli ultimi anni. Solo Ravenna e Parma in regione registrano una crescita (seppure di appena lo 0,6%), mentre in tutte le altre città capoluogo di provincia è recessione. Una recessione contenuta a Forlì (-0,3%), dove però i mutui crescono del 22%; più pesante a Rimini (prezzi in calo del 2,5%).


Le diminuzioni indicate sono relative ai prezzi degli immobili, che in molti casi sono accompagnate anche da un calo delle compravendite, che a livello regionale fanno segnare un -5%. Tornando al valore degli immobili, nei capoluoghi di provincia della regione il calo più consistente lo accusa l’Emilia, con Modena in testa (-5,2%) seguita da Reggio Emilia (-3,8%) e Bologna (-3,4%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Interessante anche analizzare il dato sulla contrazione dei mutui per l’acquisto di immobili. A Forlì, come detto, sono aumentati del 22%; un’anomalia regionale paragonabile in parte con quella di Ravenna (+9%) ma in netta controtendenza con l’andamento regionale (che segna un -12%), in particolare con quello di Bologna. Nel capoluogo regionale, infatti, i mutui sono diminuiti di un impressionante 33%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -