Edilizia residenziale agevolata: azzerati i fondi per l'Emilia-Romagna

Edilizia residenziale agevolata: azzerati i fondi per l'Emilia-Romagna

Edilizia residenziale agevolata: azzerati i fondi per l'Emilia-Romagna

Casa, edilizia residenziale agevolata: azzerati i fondi per l'Emilia-Romagna. L'assessore Muzzarelli: "Un grave attacco al diritto alla casa. Mancherà una fondamentale fonte di finanziamento per le politiche per la casa". Azzerate le risorse per l'edilizia residenziale agevolata. Questo il risultato dei tagli del Governo, che per l'annualità 2011 ha previsto fondi soltanto per le Regioni a statuto speciale. Lo ha detto l'assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli, concludendo i lavori del Tavolo regionale sulle politiche abitative.

 

"È uno schiaffo al federalismo e un grave attacco al diritto alla casa. Questo significa - ha commentato l'assessore Muzzarelli - che all'Emilia-Romagna mancherà una fondamentale fonte di finanziamento per le politiche per la casa, ed addirittura dovremo reperire anche le risorse per pagare i contributi sugli interessi fino al totale ammortamento dei mutui attivati dai cittadini in attuazione delle diverse programmazioni regionali".

 

Al netto del recupero sulle anticipazioni, l'Emilia-Romagna avrebbe dovuto ricevere, per l'annualità 2011, 34 milioni di euro. L'importo complessivo dei limiti d'impegno versati alla Regione Emilia-Romagna a partire dal 2001 e fino al 2009 è stato di 553 milioni di euro, di cui circa 430 milioni di euro sono stati impiegati per finanziare programmi di politica abitativa.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"C'è preoccupazione e delusione, perché attaccare l'edilizia residenziale agevolata - ha concluso Muzzarelli - significa mettere in discussione il diritto alla casa dei cittadini, in particolare di quelli che faticano a permettersi un alloggio. La coesione nasce e si rafforza sostenendo pari opportunità e politiche di equità". In base al riparto 2011 per l'edilizia residenziale agevolata, la Regione Sicilia riceverà 55 milioni di euro; la Sardegna 12,8 milioni; circa 9 milioni per la Provincia autonoma di Bolzano e 5,5 milioni per quella di Trento; circa 9 milioni per il Friuli Venezia Giulia ed 920 mila euro per la Valle d'Aosta. Mentre sono a zero le risorse per le Regioni a Statuto ordinario.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -