Editoria, il gruppo NdA cresce del 22 per cento

Editoria, il gruppo NdA cresce del 22 per cento

Editoria, il gruppo NdA cresce del 22 per cento

RIMINI - Oltre 40 pubblicazioni e un fatturato cresciuto del 22 per cento rispetto all'anno precedente, con i titoli riminesi a farla da padrone. Sono questi alcuni dei dati salienti del bilancio 2010 del gruppo NdA, la casa editrice riminese divenuta in questi undici anni di vita una delle realtà più importanti dell'editoria indipendente in Italia. Un anno di espansione che si è chiuso idealmente il 6 gennaio 2011 al Teatro degli Atti di Rimini, con l'anteprima nazionale di una delle ultime produzioni del gruppo, il cofanetto cd-libro di Giuseppe Righini In Apnea.

 

Un concerto che ha raccolto nel teatro riminese più di 200 spettatori, "un successo di pubblico che ci conforta nelle nostre scelte e che premia operazioni culturali coraggiose, volte a scoprire e valorizzare i talenti del nostro territorio", spiega Massimo Roccaforte, fondatore del gruppo NdA.

 

A proposito di creatività e cultura riminese, il catalogo NdA si è arricchito nel 2010 di titoli interessanti, che hanno ottenuto buoni risultati di vendita in tutte le 200 librerie che vengono raggiunte in Italia dalla distribuzione del gruppo: "Il libro più venduto per il 2010 tra quelli editi dalla NdA è stato Rimini Nera di Roberto Sapio. I casi di cronaca della Rimini degli anni Ottanta, raccontati dal pubblico ministero che li ha vissuti in prima persona, hanno venduto 1.200 copie. Un altro piccolo caso editoriale è stato quello del film documentario e libro Isola delle Rose di Cinematica, il racconto dell'affascinante storia dello stato indipendente nato di fronte a Rimini negli anni Sessanta: mille copie edite e vendute in pochi mesi in tutta Italia, tanto che a marzo verrà stampata la seconda edizione. Sempre per restare alle produzioni legate alla regione, buoni risultati sono stati registrati anche dalla nostra etichetta musicale, Interno 4 Records: hanno avuto un'ottima accoglienza Karaoke Blues del cantautore riminese Daniele Maggioli, Massimo Zamboni (ex Cccp e Csi) con L'estinzione di un colloquio amoroso e Grazia Verasani con Sotto un cielo blu diluvio. Tre cd pubblicati in cofanetto insieme ai relativi libri, un tratto distintivo della collana Interno 4. E il 2010 si è chiuso con il secondo album di Giuseppe Righini, In Apnea".

 

NdA è nata undici anni fa come azienda per la distribuzione editoriale. Dal 2003 è divenuta anche casa editrice (col marchio NdA press), una fortunata esperienza cui ha fatto seguito, nel 2007, il varo del marchio Interno 4 Records.  L'impresa riminese è ora presente in tutta Italia con la catena delle  librerie Interno 4 (undici librerie e cinque info shop in tutto il Paese).

 

"Con il gruppo NdA abbiamo navigato bene anche in un anno di crisi generale che, per la prima volta, ha avuto ripercussioni anche su un mercato particolare come quello editoriale - ricorda Massimo Roccaforte -. Il nostro caso è indicativo di quel che succede nel nostro settore: le librerie chiedono sconti sempre più alti, così a volte la crescita dei ricavi non va di pari passo con quella dei fatturati. C'è un rischio che da anni incombe sugli editori indipendenti, quello della concentrazione. Il mercato si va sempre più divaricando: quattro grandi gruppi hanno in mano una fetta rilevante del mercato. Per gli editori indipendenti aumentano quindi le difficoltà nell'arrivare nelle librerie, con prodotti che a volte devono avere prezzi di copertina alti per poter così applicare gli sconti richiesti dai clienti".

 

Il mercato del libro, che periodicamente viene dato per agonizzante, è cresciuto negli ultimi dodici mesi in Italia di circa il 3 per cento: "E' un aumento dovuto in particolare al mercato online - conclude Massimo Roccaforte -. Non va dimenticato, ad esempio, lo sbarco in Italia di Amazon, attivo nel nostro Paese dal marzo del 2010. Le nostre opere vendono molto bene anche su internet, e la spiegazione è riconducibile a un tratto distintivo: la riconoscibilità. La NdA in questi undici anni ha lavorato come distribuzione editoriale, rivolgendo l'attenzione a piccoli e medi editori di qualità, con l'obiettivo di offrire visibilità e respiro, aprendo spazi di circolazione più ampi, rivolti essenzialmente alle culture alternative, giovanili e di movimento. Tutto questo ha creato un pubblico di lettori attenti e affezionati, una nicchia che cerca tra i nostri titoli qualcosa di diverso sia per i libri che per la musica e i film. E' proprio questa della specializzazione la ricetta che, secondo noi, può valere da antidoto alle difficoltà che il mercato editoriale italiano sta vivendo. E sembra che dati e fatturati ci diano ragione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -