Eiaculazione precoce, solo per il 6% è colpa dello stress. Una "tre giorni" per conoscere

Eiaculazione precoce, solo per il 6% è colpa dello stress. Una "tre giorni" per conoscere

Eiaculazione precoce, solo per il 6% è colpa dello stress. Una "tre giorni" per conoscere

BOLOGNA - Una tre giorni per 'rompere il ghiaccio' e decidersi ad affrontare il problema dell'eiaculazione precoce: un disturbo che in Emilia-Romagna affligge una "minoranza silenziosa" di uomini che hanno tra i 31 e i 50 anni (nel 58% dei casi), sono sposati o convivono (63%), hanno figli (48%), sono in buona salute (77%) e hanno quasi tutti un'istruzione superiore (99%). A tracciare l'identikit dell'uomo che convive quotidianamente con l'eiaculazione precoce (sinteticamente definita 'ep') sono tre associazioni mediche.

 

Laa Sia (Societa' italiana di andrologia), la Siams (Societa' italiana di andrologia e medicina della sessualita') e la Siu (Societa' italiana di urologia) invitano agli "Ep days" tutti gli uomini emiliano-romagnoli che soffrono o pensano di soffrire di questo disturbo. Dal 24 al 26 maggio, chi pensasse di averne bisogno potra' contare sul consulto di 15 medici specialisti, dislocati in diversi centri dell'Emilia-Romagna: basta telefonare e prenotare una visita (gratuita).

 

L'iniziativa segue quella gia' organizzata nel novembre scorso e punta questa volta a "intercettare l'esercito emiliano di eiaculatori precoci"; nella tre giorni dell'autunno scorso, infatti, sono state visitate solo le "avanguardie". Parola dell'esperto Giovanni Corona, dirigente medico di primo livello dell'ospedale Maggiore di Bologna e vincitore, nel 2009, di un importante premio europeo come miglior ricercatore nel settore.

 

L'eiaculazione precoce, spiega Corona in una nota, e' "una condizione vissuta ancora in silenzio da chi ne soffre", che provoca "imbarazzo" e "frustrazione", e "porta a non parlarne con il medico". Scopo della tre giorni e' dunque quello di "rompere il ghiaccio con quanti fino ad oggi non hanno trovato il coraggio di parlarne". Affrontare il problema, dice Corona, e' importante "soprattutto per salvare il rapporto con la partner".

 

La condizione di eiaculatore precoce, infatti, "non puo' risolversi spontaneamente e nel 56% dei casi

diventa invece un crescente problema per la partner o per entrambi", finendo per mettere a rischio il rapporto di coppia nel 36% dei casi, afferma Corona. La nuova edizione degli 'Ep days' e' pensata per chi non si e' mai fatto visitare (stando ai dati raccolti a novembre, il 72% degli eiaculatori precoci in Emilia-Romagna "non ha mai parlato della propria condizione con uno specialista" e "solo il 24% si e' sottoposto a una visita specialistica") ma anche per far tornare chi ha gia' partecipato all'edizione di novembre e volesse "consolidare la relazione di cura con lo specialista".

 

Questo disturbo, avverte Corona, per essere risolto "richiede sempre l'intervento di un medico specialista", anche perche' i rimedi fai-da-te (ovvero una serie di "metodi che hanno in comune  l'obiettivo di aumentare il tempo prima dell'eiaculazione") non servono e anzi sono controproducenti, mette in guardia il medico. Quello che occorre e' "un'accurata e corretta diagnosi". Corona, poi, ci tiene a essere chiaro su un punto: "L'eiaculazione precoce e' una condizione medica" e non e' affatto, un "esclusivo problema psicologico", a differenza di quanto si potrebbe comunemente pensare.

 

"Ansia e stress sono presenti solo in quasi il 6% degli emiliani" che soffrono di questo disturbo (dato raccolto in novembre). Per chi si decide ad affrontare il problema, la partecipazione e l'interesse della compagna rappresenta uno "stimolo e incoraggiamento": gli ep, infatti, "devono considerare la propria partner come un alleato". Che ne e' delle donne in regione? Il 76,5% affronta il problema "con gentilezza e molto tatto", ma c'e' un 11% che lo vive con "ansia, aggressivita' e compatimento" conclude Corona. (Dire)

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di passatore
    passatore

    ma CORONA... le "ricerche" le ha fatte con BELEN?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -