Elezioni Usa, Forlì. Minutillo (Destra) attacca Nervegna (FI): "Democrazia non è adorazione"

Elezioni Usa, Forlì. Minutillo (Destra) attacca Nervegna (FI): "Democrazia non è adorazione"

FORLI' - Le elezioni americane producono nuove fratture nel centrodestra forlivese. Francesco Minutillo, leader provinciale de La Destra di Forlì-Cesena (fresco di conferma) passa all'attacco del coordinatore provinciale di Forza Italia, Antonio Nervegna.

 

"Vedo che Nervegna si alza in cattedra e prolude lezioni di democrazia alla sinistra - osserva -, immaginando difficile che Veltroni e D'Alema possano mai fare come McCain che, accertata la sconfitta, si è congratulato con il vincitore Obama. Peccato che Nervegna dimentichi come nel 2006, così come nel 1996, ovverosia nelle uniche due volte in cui Berlusconi veniva sconfitto da Prodi nel voto popolare, lo stesso Berlusconi, ben lungi dal congratularsi, abbia sempre gridato al complotto ed ai brogli spargendo, a piene mani, veleni,che ben poco avevano di democratico".

 

"Ed il fatto che il DC-PDL sia oggi guidato da un personaggio, Berlusconi, che starebbe bene anche come dittatorello sudamericano - aggiunge Minutillo - e che ha una scarsa consapevolezza democratica e di libertà, lo dimostra quanto dice lo stesso Nervegna nel momento in cui critica e delegittima gli studenti che si sono recati in piazza per legittimamente contestare una riforma della scuola che non condividevano".

 

"Dico a Nervegna che la democrazia non è fatta dalla supina e muta adorazione (ai limiti quasi dell'autoerotismo) di Berlusconi ma dal confronto e dal contraddittorio politico, anche di piazza, e, soprattutto, dal rispetto per l'avversario politico - prosegue Minutillo -. E' questa lezione che il DC-PDL deve ancora imparare. Ed è questa la pecca che impedisce, così come ha sempre impedito, ai dirigenti locali del DC-PDL di saper svolgere una valida opposizione alla sinistra. Obama ha oggi liberato l'America dai signori dell'oro nero ed ha pienamente legittimato tutte le etnie di colore degli USA".

 

"Ma quella libertà, caro Nervegna, è giunta perché Obama ha combattuto, ha sfidato i poteri forti ed ha speso tutta la sua passione ed il suo vigore politico - prosegue Minutillo nel suo attacco a Forza Italia -. Ha fatto cioè quello che voi, dirigenti del DC-PDL, non avete fatto mai e né mai farete, perché siete troppo assorti a coltivare le vostre piccole esigenze solo particolari e solo, financo, personali".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ecco perché, a Forlì, la Sinistra non viene mandata a casa - fa notare Minutillo nella sua analisi -. Mi auguro che la luce di Obama illumini anche il DC-PDL e che alle prossime comunali il centrodestra sappia porsi in termini finalmente credibili, efficaci e, soprattutto, unitari. Per liberare Forlì dalla sinistra".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Beh Minutillo dovrebbe informarsi di più, perchè Veltroni, lo sconfitto delle ultime politiche, ha telefonato "al principale esponente dello schieramento a noi avverso" come amava definire Berlusconi prima di essere trombato. Forse in quel momento Minutillo stava preparando le sue cordate salva Ridolfi e gli è scappato :D

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Oh, meno male che c'e' qualcun altro che la pensa come me! Bravo Minutillo, condivido pienamente il contenuto di questo intervento!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -