Elezioni, Viva Forlì con Rondoni. Avrà sei candidati nelle liste di Pdl e Udc

Elezioni, Viva Forlì con Rondoni. Avrà sei candidati nelle liste di Pdl e Udc

Alessandro Rondoni con Marino Bartoletti

FORLI' - Alessandro Rondoni, candidato a sindaco di Pdl e Udc, incassa il sostegno anche di Viva Forlì, la lista civica con cui si presentò il giornalista Marino Bartoletti nel 2004. Alla fine ha prevalso la posizione dei partiti: candidati civici inseriti nelle liste politiche di Pdl e Udc, senza quindi una lista autonoma e il simbolo sulla scheda elettorale di ‘Viva Forlì'. Saranno sei i posti messi a disposizione: quattro nelle liste del Pdl e due in quelle dell'Udc.

 

"Ci rendiamo conto del sacrificio che Viva Forlì sta facendo in termini di visibilità del simbolo - premette Antonio Nervegna, coordinatore Pdl a Forlì -, ma gli amici di Viva Forlì hanno compreso che la nostra è una proposta politica". E gli fa sponda Sergio Urizio di Viva Forlì: "Il movimento ha deciso di accogliere la proposta e di confluire con la propria identità politica nelle liste del Pdl".

 

Urizio, tuttavia, non ha mancato di ricordare l'eredità di Marino Bartoletti (assente per motivi di lavoro) e ha consegnato a Rondoni una copia del programma di Viva Forlì stilato nel 2004: "Da qui bisogna ripartire", spiega Urizio. "L'obiettivo comune a tutti è cambiare quest'amministrazione", continua l'esponente civico.

 

Non è stato un cammino facile, quello dell'accordo presentato mercoledì. Da due mesi, infatti, andavano avanti tensioni che sono giunte anche alla rottura, quando il Pdl fece la sua ultima offerta dei candidati nelle liste del centro-destra. "Abbiamo pensato al bene comune e deciso di fare un passo indietro", spiega Maurizio Novak di Viva Forlì. Per il candidato sindaco Alessandro Rondoni, tuttavia, "non è un passo indietro, ma due passi avanti, è la reale civicità".

 

Di fatto Viva Forlì potrà presentare sei suoi candidati: tre, è già stato anticipato, saranno Maurizio Novak, Francesco Casadei Gardini ed Erio Sbaragli, gli altri tre sono ancora da decidere. "Non abbiamo posto condizioni- precisa il segretario Udc Andrea Pasini-; riteniamo questi inserimenti di amici in lista un valore aggiunto".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, si riconosce nella scelta di Viva Forlì anche Fabrizio Ragni, esponente della Fiamma Tricolore che troverà uno spazio con un proprio candidato, sempre all'interno della lista del Pdl. "E' il modo migliore di affrontare le elezioni - dice pragmaticamente Ragni a chi obietta l'incoerenza con le posizioni nazionali del partito -: anche noi abbiamo fatto la stessa scelta di Viva Forlì non per spegnere la fiamma, ma anzi per accenderla

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Thomas
    Thomas

    tutto ciò dimostra che Rondoni non è affatto un candidato indipendente e 'libero' come ama dire ...in realtà la linea la danno i partiti che lo sostengono e indirizzano: PDL e UDC (e -leggo - pure la Fiamma!). e anche gli **ex civici** di Marino Bartoletti si adeguano..... Rondoni è il candidato della destra forlivese e non è per nulla indipendente come dice. per ora è un discreto esecutore...

  • Avatar anonimo di Pippo Nocilla
    Pippo Nocilla

    E perche' Rondoni gia' che c'è non imbarca anche la Lista delle Donne, quella capitanata dalla giornalista che scriveva sulla Voce? E gia' che c'è perche' non evita che nascano queste liste-nanetto, e le migliori le comprende nel suo schieramento? Forza Rondoni, sveglia!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -